Molteni: “Con l’Union vinta per aver risposto alle loro triple”

Il nume­ro 8 dei Luga­no Tigers ha par­la­to a Laborsport.com al ter­mi­ne del match vin­to con­tro i riva­li castellani.

È sta­to uno dei prin­ci­pa­li pro­ta­go­ni­sti del­la vit­to­ria casa­lin­ga del Luga­no Tigers ai dan­ni del­l’U­nion Neu­cha­tel. Wes Mol­te­ni è risul­ta­to fon­da­men­ta­le a rim­bal­zo, chia­ve di vol­ta del­la par­ti­ta a pare­re di coach Petit Thi­baut e lo stes­so alle­na­to­re castellano.

Mol­te­ni sta viven­do un perio­do di for­ma ecce­zio­na­le, andan­do a ber­sa­glio fre­quen­te­men­te e risul­tan­do pre­ci­so anche al di fuo­ri del­l’ar­co. Un’ar­ma che ulti­ma­men­te sta chie­den­do in pre­sti­to al suo arse­na­le offen­si­vo con buo­na frequenza.

“Nel­la pri­ma par­te del­la mia car­rie­ra ero più pro­pen­so ad anda­re a cane­stro o ad uti­liz­za­re l’e­le­va­zio­ne per riu­sci­re ad inci­de­re, ma sape­vo che per miglio­ra­re occor­re­va affi­na­re il tiro, com­pli­ce un infor­tu­nio impor­tan­te al ginoc­chio ho lavo­ra­to mol­to sul tiro per cer­ca­re di aggiun­ge­re nuo­ve solu­zio­ne offen­si­ve alle mie skills.

the edge

E anco­ra: “Per­so­nal­men­te, il mio obiet­ti­vo è quel­lo di arri­va­re alle fina­li di cop­pa. Suc­ces­si­va­men­te pun­to a vin­cer­ne alme­no una del­le due. Dif­fi­ci­le pen­sa­re a fare l’en plein per­ché gli altri roster sono ben for­ni­ti men­tre noi, spe­cial­men­te a livel­lo nume­ri­co, abbia­mo la coper­ta cor­ta. Abbia­mo mag­gio­ri pos­si­bi­li­tà di vin­ce­re la clas­si­ca “par­ti­ta sec­ca” che domi­na­re nel­l’ar­co di una serie.

“Oltre a noi, vedo in liz­za per il tito­lo Neu­cha­tel, Gine­vra, Fri­bor­go e Mon­they. Non esclu­de­rei inol­tre anche la SAM Massagno”.

In quan­to alla par­ti­ta dispu­ta­ta tra le mura di casa il nume­ro 8 ave­va pre­vi­sto l’e­qui­li­brio che ha con­trad­di­stin­to il match: “Sì, mi aspet­ta­vo un Union Neu­cha­tel così attrez­za­to. Sono una squa­dra mol­to for­te che pos­sie­de un cen­tro di espe­rien­za inter­na­zio­na­le. La par­ti­ta l’ab­bia­mo vin­ta quan­do abbia­mo rispo­sto alle loro tri­ple nel­l’ul­ti­mo quar­to. Abbia­mo mes­so del­le tri­ple impor­tan­ti, ma se loro aves­se­ro insac­ca­to le pro­prie avreb­be potu­to non fini­re così. Com­pli­men­ti alla squa­dra”, ha infi­ne con­clu­so Wes Molteni.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: