Tami: “Ci abbiamo creduto; non saremo Janko-dipendenti”

Pier Tami ci cre­de­va. L’ha cer­ca­ta e otte­nu­ta, la vit­to­ria in casa del Basi­lea che a Luga­no non si vede­va da 18 lun­ghi anni.

Ai micro­fo­ni del­la RSI, l’al­le­na­to­re tici­ne­se si è espres­so così:

Janko

“Se arri­va Marc sarà chia­ra­men­te un’ar­ma in più, ma noi non dob­bia­mo pen­sa­re di diven­ta­re Jan­ko dipen­den­ti. Ci offri­rà mag­gio­ri solu­zio­ni, ma come ave­te visto la squa­dra ha sapu­to impor­si in casa del Basi­lea anche sen­za Janko”.

Impresa

“Sogna­vo che finis­se così. Ma non nascon­do che ci cre­de­vo anche. Dove­va­mo gio­car­ce­la con corag­gio e per­so­na­li­tà. E così è sta­to. Abbia­mo bloc­ca­to Lang che era il peri­co­lo nume­ro uno del Basi­lea. Lavo­ro straor­di­na­rio sia in fase offen­si­va sia in fase difensiva”.

Prospettive

“Non dob­bia­mo guar­da­re all’Eu­ro­pa, dob­bia­mo pun­ta­re a pro­por­re que­sto tipo di cal­cio su tut­ti i cam­pi. Quan­do sapre­mo far­lo, potre­mo alza­re alla testa e pun­ta­re più in alto”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: