Russo, tagliato il traguardo delle 400 presenze da professionista!

L’a­vreb­be volu­ta festeg­gia­re in manie­ra diver­sa, ma non ce l’ha fat­ta. Fran­ce­sco Rus­so ha taglia­to ieri sera, in occa­sio­ne del­la scon­fit­ta casa­lin­ga con­tro il Neu­cha­tel, il tra­guar­do del­la 400esima pre­sen­za tra i professionisti.

 

“Sem­bra ieri il gior­no del­la fir­ma del pri­mo con­trat­to, ricor­do anco­ra l’emozione for­te, con­di­vi­sa con mam­ma e papà per­ché anco­ra mino­ren­ne”, esor­di­sce il nume­ro uno ros­so­blù con una nota sul pro­prio pro­fi­lo Facebook.

“Tan­te sfi­de, tan­tis­si­me dif­fi­col­tà, tra fal­li­men­ti socie­ta­ri e sti­pen­di mai paga­ti, ma gran­di grup­pi e gran­dis­si­me per­so­ne cono­sciu­te”, il per­cor­so ad occhi chiu­si di Russo.

“Qual­che sod­di­sfa­zio­ne ce la sia­mo tol­ta.  Sia chia­ro: non pos­so di cer­to lamentarmi…Aver avu­to la pos­si­bi­li­tà per 20 anni di vive­re il sogno che ave­vo da bam­bi­no, anche se non a livel­li stel­la­ri, è sta­to ed è anco­ra un pri­vi­le­gio”, scri­ve Francesco.

“Rin­gra­zio la mia fami­glia. Sen­za i loro sacri­fi­ci non avrei potu­to segui­re que­sto sogno. Rin­gra­zio mia moglie e le mie bim­be, capa­ci sem­pre di dar­mi una mar­cia in più. Un gran­de gra­zie va a tut­ti i miei com­pa­gni. qQual­cu­no è tut­to­ra par­te fon­da­men­ta­le del­la mia vita. La linea del tra­guar­do per me si sta avvi­ci­nan­do, ma fino a che avrò for­za e mi sarà data l’opportunità, bat­ta­glie­rò con tut­to me stesso”.

Infi­ne, l’e­stre­mo difen­so­re ita­lia­no si appel­la ai ragaz­zi gio­va­ni “tene­te stret­to quel sogno e lavo­ra­te dura­men­te per miglio­ra­re ogni giorno.…a vol­te andrà tut­to male ma se ho impa­ra­to una cosa è che la per­se­ve­ran­za alla fine premia”.

E anco­ra: “Se non pre­mia potre­te guar­dar­vi allo spec­chio sen­za rim­pian­ti. Avre­te dato tut­to e anche que­sto non è poco. Pros­si­mo obiet­ti­vo? Lo sco­pri­re­mo solo viven­do dice una canzone…”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: