Sementina, Riccio: “La doppia inferiorità numerica ci ha tagliato le gambe”

*fon­te imma­gi­ne: sito AC Sementina

È comin­cia­to con una scon­fit­ta casa­lin­ga il 2018 del Semen­ti­na di Giu­sep­pe Ric­cio. Usci­to con un sec­co 1–3 dal­la sfi­da con­tro il Castel­lo, l’al­le­na­to­re dei bel­lin­zo­ne­si ha pro­va­to a rias­su­me­re il match.

“Pos­so sen­z’al­tro affer­ma­re che è sta­ta una par­ti­ta sostan­zial­men­te equi­li­bra­ta, alme­no fino alle nostre due espul­sio­ni. La rete ini­zia­le di Sta­ro­po­li è sta­ta vani­fi­ca­ta dal rigo­re incas­sa­to — giu­sta la con­ces­sio­ne, spe­ci­fi­ca il mister-. Nei secon­di 45′ noi sia­mo sce­si in cam­po trop­po ner­vo­si, men­tre loro han­no pre­so in mano il pal­li­no del gioco”.

E anco­ra: “Pur­trop­po, l’ar­bi­tro non ci ha asse­gna­to un giu­sto cal­cio di rigo­re alla metà del secon­do tem­po , men­tre nel­l’a­zio­ne suc­ces­si­va ne ha con­ces­so uno al Castel­lo per lo stes­so tipo di fal­lo. Sul 2–1 per loro e com­pli­ce la dop­pia infe­rio­ri­tà nume­ri­ca, non c’è sta­ta più partita”.

Infi­ne: “Cre­do comun­que che il Castel­lo abbia meri­ta­to di vin­ce­re e a loro van­no i miei com­pli­men­ti”, con­clu­de Giu­sep­pe Riccio.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: