2L: ‘Manita’ dell’Arbedo al Rapid Lugano

LUGANO- Dopo il pareg­gio bef­fa casa­lin­go con­tro il Castel­lo in set­ti­ma­na, l’Ar­be­do di Ange­lo Di Fede­ri­co è tor­na­to in cam­po per ripren­de­re a pie­no rit­mo la cor­sa ver­so la promozione.

Ospi­ti del Rapid Luga­no di Mir­sad Sha­la, i bel­lin­zo­ne­si si sono impo­sti per 1–5 al ter­mi­ne di un incon­tro carat­te­riz­za­to da nume­ro­se san­zio­ni da par­te del diret­to­re di gara.

Chiu­so il pri­mo tem­po in van­tag­gio per 0–2 gra­zie a un’au­to­re­te Miro Moghi­ni e al sigil­lo di Miro­slav Dur­de­vic, l’Ar­be­do ha cala­to il tris con l’a­lian­te Sti­pe Simu­nac, pri­ma di subi­re il momen­ta­neo 1–3 a fir­ma di Mla­den Vidovic.

Anco­ra Simu­nac por­ta a quat­tro le mar­ca­tu­re dei bian­co­ros­si al 55′. I padro­ni di casa si ritro­va­no a gio­ca­re in uno in meno dal 70′, quan­do Gasto­ne Bot­ti­ni è sta­to allon­ta­na­to dal ret­tan­go­lo ver­de per som­ma d’ammonizioni.

Luca Cosmai fir­ma il defi­ni­ti­vo 1–5 su cal­cio di rigo­re. Nel fina­le, Rapid Luga­no in 9 per l’e­spul­sio­ne del­l’e­stre­mo difen­so­re Vik­tor Zukaj.

L’Ar­be­do ripas­sa in testa alla clas­si­fi­ca, in atte­sa del match odier­no tra Castel­lo e Paradiso…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: