4L: Riva, Livi S. regala una vittoria da brividi!

Da fcriva.com

RIVA SAN VITALE – A vol­te sape­re vin­ce­re le par­ti­te ‘spor­che’, quel­le che annul­la­no qual­sia­si sche­ma di gio­co, evi­den­zia il carat­te­re di una squa­dra. È sta­to il caso del Riva di Ste­fa­no Lip­p­mann nel­la sfi­da di recu­pe­ro di ieri con­tro il Comano.

Redu­ci dal­la vit­to­ria con­tro il Por­za nel fine set­ti­ma­na, i gial­lo­blù han­no ospi­ta­to la com­pa­gi­ne gial­lo­ros­sa con l’intento di assi­cu­rar­si i tre pun­ti e allun­ga­re a otto la stri­scia di risul­ta­ti uti­li consecutivi.

Mis­sio­ne più ardua del pre­vi­sto, ma riu­sci­ta. Su un cam­po non in per­fet­te con­di­zio­ni, Riva e Coma­no han­no dato vita a una par­ti­ta tat­ti­ca, dove i ten­ta­ti­vi di impo­sta­zio­ne dal­la dife­sa dei loca­li sono sta­ti vani­fi­ca­ti con lan­ci lun­ghi alla ricer­ca di un’invenzione degli attac­can­ti. Al 45’ nul­la di fat­to. Il pri­mo tem­po del­la par­ti­ta a scac­chi tra Lip­p­mann e Pagna­men­ta fini­sce sul­lo 0–0.

Nel­la ripre­sa, le due for­ma­zio­ni ten­do­no a sco­prir­si leg­ger­men­te andan­do alla ricer­ca di una rete che potes­se sbloc­ca­re la par­ti­ta. Il Riva — orfa­no del metro­no­mo Padu­la N squa­li­fi­ca­to — si è dovu­to affi­da­re a un cal­cio di rigo­re per tro­va­re il van­tag­gio. David Nes­si dal dischet­to vede neu­tra­liz­zar­si la con­clu­sio­ne da Mar­co Bet­tel­li­ni, la respin­ta del por­tie­re è al limi­te tra la linea di por­ta che con­va­li­da la rete, ma a spaz­za­re via ogni dub­bio ci ha pen­sa­to Scac­chi con un tap-in vincente.

Il van­tag­gio loca­le dura poco meno di 10’ minu­ti. Sugli svi­lup­pi di un cal­cio d’angolo, il por­tie­re momò Tolet­ti vie­ne let­te­ral­men­te tra­vol­to da un avver­sa­rio. Per il (discu­ti­bi­le, da ambo le par­ti) arbi­tro è tut­to rego­la­re e il Coma­no fir­ma il pareggio.

Anco­ra su pal­la fer­ma nasce il van­tag­gio dei luga­ne­si. Que­sta vol­ta a esse­re distrat­ta è la retro­guar­dia padro­na di casa, col­pe­vo­le di aver lascia­to sal­ta­re Nava per il 1–2. Trop­po impor­tan­te la posta in palio per non ten­ta­re il tut­to per tut­to. Così, l’allenatore-giocatore Lip­p­mann ritor­na in cam­po dopo l’infortunio pati­to nel mese di otto­bre e dà l’energia neces­sa­ria ai suoi per ribal­ta­re la situa­zio­ne di svantaggio.

Il nume­ro set­te gial­lo­blù, nel cuo­re dell’area di rigo­re, ser­ve un pal­la al bacio per Rai­no­ne — alla pri­ma mar­ca­tu­ra tra gli atti­vi — che da due pas­si insac­ca il 2–2 in mischia. A una man­cia­ta di minu­ti dal tri­pli­ce fischio, ecco il col­po di reni di capi­tan San­ti­ni e com­pa­gni che tro­va­no il defi­ni­ti­vo 2–3 con S. Livi.

Il Riva si por­ta al secon­do posto in soli­ta­ria alle spal­le del Biog­gio. Il Coma­no rima­ne inve­ce anco­ra­to al penul­ti­mo posto in clas­si­fi­ca a +6 dal­lo Stel­la Capriasca.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: