Rancate, Stefani: “Avanti per la nostra strada senza pressioni, il Rancate ha giovani promettenti”

Il Rancate di Amedeo Stefani – smaltiti i bagordi pasquali – è pronto a tornare in campo nel fine settimana per affrontare il Monteceneri di Roger Rapp. Tradotto in numeri dettati dalla classifica: seconda contro terza della classe del Gruppo 1 di Terza Lega.

Entrambe all’inseguimento del Cademario capolista. I neroverdi a -4 e i biancoverdi a -6. La sfida valevole per il secondo posto, quindi, è un crocevia delicato per Rancate e Monteceneri.

Mister Stefani ha le idee chiare. “La sfida con il Monteceneri – dichiara Stefani – è la partita più importante della stagione. Non perché giochiamo contro la terza in classifica, ma perché è la prossima partita”.

“Loro sono forti – continua il tecnico neroverde – e allenati bene, ma anche noi abbiamo le qualità per fare bene e dire la nostra”.

L’allenatore del Rancate si sofferma anche sul tema Cademario. “Se continuano con questo ruolino di marcia non bisogna fare altro che fare loro i complimenti. Dal canto nostro, non lasciamo nulla d’intentato. Cerchiamo di fare il meglio per Rancate e il Rancate del futuro. Abbiamo molti giovani che stanno raggiungendo la maturità calcistica e sono sicuro che si toglieranno diverse soddisfazioni sia che sia io l’allenatore che se ci sarà un altro. Il bene della società va al di là delle persone”.

Il girone di ritorno

“Sta andando tutto bene ne senso che il ritiro invernale ci è davvero servito per consolidare il gruppo e avere la possibilità di allenarci in maniera ottimale. Per questo non possiamo che ringraziare la società che ci mette a disposizione tutto con puntualità e professionalità”.

Il pareggio-stop contro il Melide

“Sulla partita contro il Melide dico che potevamo fare meglio, come potevamo fare peggio. Ormai è acqua passata e non voglio soffermarmi su questo. Non abbiamo una tabella di marcia. Cerchiamo di giocare ogni partita al meglio senza nessuna pressione. Ho la fortuna di dirigere un gruppo molto coeso e questo fa sì che che si vada al campo con determinazione, ma soprattutto con il sorriso sulle labbra”.

Richieste per il girone di ritorno e mercato

“Non ho chiesto nulla di particolare ai ragazzi: solo disponibilità e leggerezza. È un gruppo facile e allenante che rispetta i ruoli con armonia. Diciamo anche che posso contare su uno staff importante con Vincenzo Del Villano, Andrea Galimberti e Luca Giuliano come fisioterapista che è super.

“La sessione invernale di mercato è stata fondamentale perché nessun giocatore ha espresso il desiderio di andare via: questo è l’aspetto importante. Poi sono arrivati tutti bei giocatori che si sono integrati bene e che tutti conoscono (Ravasi, Cutrone, Sartori, ecc..)

“Se posso permettermi di aggiungere una cosa, direi che in ogni squadra ci vorrebbe un giocatore come Gerry Zambetti”

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: