4L: Riva, tris all’Origlio per (ri)avvicinarsi alla vetta

Arti­co­lo di Fcriva.com

Dopo la delu­den­te pre­sta­zio­ne e la con­se­guen­te scon­fit­ta con­tro l’Insubrica di set­ti­ma­na scor­sa, il Riva di Ste­fa­no Lip­p­mann è ritor­na­to in cam­po nel fine set­ti­ma­na per ospi­ta­re l’Origlio-Ponte Capria­sca, in pie­na lot­ta retro­ces­sio­ne e fre­sco di cam­bia­men­to in panchina.

Riscat­to dove­va esse­re e riscat­to è sta­to e, com­pli­ci i pas­si fal­si del­le con­ten­den­ti al tito­lo, la 17esima gior­na­ta di Quar­ta Lega (Grup­po 1) ha sor­ri­so ai gial­lo­blù. Per ritro­va­re i tre pun­ti e cen­tra­re la deci­ma affer­ma­zio­ne in cam­pio­na­to, Lip­p­mann ha mesco­la­to le car­te in tavo­la cam­bian­do sei undicesimi.

In dife­sa, rispet­to all’uscita di Novaz­za­no, sol­tan­to Castel­let­ti ha man­te­nu­to il suo posto lun­go la cor­sia di sini­stra. L’accoppiata Dot­ti-Doni­ni final­men­te in cam­po dopo un lun­go stop – è tor­na­ta a capi­ta­na­re il repar­to difen­si­vo, men­tre Faz­liu, è sta­to schie­ra­to come ter­zi­no destro.

A metà cam­po, l’allenatore gial­lo­blù ha con­fer­ma­to San­ti­ni e Nico­la Padu­la con il rien­tran­te Nes­si. Rivo­lu­zio­ne anche nel tri­den­te offen­si­vo: fuo­ri i fra­tel­li Livi e spa­zio al trio Piffaretti-Spadini-Scacchi.

I padro­ni di casa, pri­ma di impos­ses­sar­si del pal­li­no del gio­co, han­no dovu­to – come con­sue­tu­di­ne – spa­ven­tar­si. Gli ospi­ti si sono infat­ti resi subi­to peri­co­lo­si con un col­po di testa da posi­zio­ne rav­vi­ci­na­ta, for­tu­na­ta­men­te fini­to a lato.

Il con­teg­gio del­le occa­sio­ni man­ca­te vie­ne subi­to pareg­gia­to dal Riva: è Scac­chi, da posi­zio­ne invi­tan­te, ad ave­re sul­la testa il poten­zia­le pal­lo­ne per l’1–0, ma l’incornata del nume­ro 17 loca­le, come poco pri­ma per gli avver­sa­ri, non ha cen­tra­to la porta.

L’Origlio non crea abba­stan­za, il Riva ci pro­va alter­nan­do gio­ca­te inte­res­san­ti ad altre meno bril­lan­ti. Poco pri­ma di anda­re alla pau­sa le intui­zio­ni di Lip­p­mann si con­fer­ma­no azzec­ca­te. Da un cal­cio di puni­zio­ne bat­tu­to da San­ti­ni, nasce la rete del van­tag­gio loca­le. La pen­nel­la­ta nel cuo­re dell’area di rigo­re vie­ne col­ta da un lesto Pif­fa­ret­ti che al volo rea­liz­za il pri­mo cen­tro nel giro­ne di ritorno.

Nei pri­mi 10 minu­ti minu­ti del­la ripre­sa è l’Origlio ad accen­na­re la rea­zio­ne sen­za tut­ta­via impen­sie­ri­re più di tan­to Tolet­ti. A un minu­to dall’ora spac­ca­ta di gio­co ecco il rad­dop­pio loca­le. Pif­fa­ret­ti si invo­la sul­la fascia e cros­sa in mez­zo il pal­lo­ne per Spa­di­ni il qua­le non deve fare altro che appog­gia­re in rete il pal­lo­ne del 2–0.

A 11 minu­ti dal tri­pli­ce fischio c’è spa­zio anche per il tris dei ‘gla­dia­to­ri del lago’. Il ‘Gal­lo’ Livi – suben­tra­to al 45esimo – rispon­de pre­sen­te e infi­la per la ter­za vol­ta l’estremo difen­so­re avversario.

Un 3–0 meri­ta­to che riac­cen­de le spe­ran­ze di pro­mo­zio­ne per il Riva, attual­men­te a un pun­to dal­la vet­ta e con tre di mar­gi­ne sul­la pri­ma inseguitrice.

Fc Riva- Origlio/Ponte Capria­sca: 3–0 (1–0)

Reti: 45′ Pif­fa­ret­ti, 59′ Spa­di­ni, 79′ Livi S.

For­ma­zio­ne: Tolet­ti, Faz­liu, Doni­ni (Rai­no­ne), Dot­ti, Castel­let­ti (Ber­na­schi­na), Padu­la N., Nes­si, San­ti­ni, Pif­fa­ret­ti (Livi G.), Scac­chi (Livi S.), Spa­di­ni (Vas­sal­li F.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: