MotoGP: Crutchlow meglio di tutti nelle libere di Jerez, Lüthi 22°

Di Simo­ne Peluso

Cal Crut­chlow è sta­to il pilo­ta più velo­ce del­la pri­ma gior­na­ta di pro­ve libe­re del Gran Pre­mio di Spa­gna, quart appun­ta­men­to del cam­pio­na­to del mon­do di MotoGP. Il pilo­ta ingle­se ha otte­nu­to il miglior tem­po asso­lu­to nel­la secon­da ses­sio­ne del pome­rig­gio, met­ten­do­si die­tro Dani Pedro­sa e Johann Zar­co. Non mol­to posi­ti­va la gior­na­ta di Tom Lüthi, rele­ga­to nel­la par­te bas­sa del­la clas­si­fi­ca con la sua RC213V del team Marc VDS.

FP1 — Nel­la pri­ma ses­sio­ne di pro­ve libe­re i pilo­ti han­no potu­to pren­de­re con­fi­den­za con il nuo­vo asfal­to del cir­cui­to di Jerez, da poco dedi­ca­to al “12+1” vol­te cam­pio­ne del mon­do Angel Nie­to, che ha per­mes­so di abbas­sa­re fin da subi­to i tem­pi fat­ti regi­stra­re nel­la pas­sa­ta stagione.

Davan­ti a tut­ti si è piaz­za­to Andrea Dovi­zio­so, che ha fer­ma­to il cro­no­me­tro sull’1’39”268. Il for­li­ve­se del­la Duca­ti ha pre­ce­du­to di soli set­te mil­le­si­mi il cam­pio­ne del mon­do in cari­ca del­la Hon­da Marc Mar­quez, che arri­va dal pri­mo suc­ces­so sta­gio­na­le nel­la ‘sua’ Austin.

Sor­pre­sa KTM al ter­zo posto, con Pol Espar­ga­ro che si fer­ma ad appe­na 36 mil­le­si­mi dal­la miglio­re pre­sta­zio­ne di Dovi­zio­so. Polyc­cio si è mes­so die­tro le due Duca­ti tar­ga­te Pra­mac Racing di Dani­lo Petruc­ci e Jack Mil­ler, men­tre la pri­ma Yama­ha è solo sesta con Valen­ti­no Ros­si, men­tre la M1 Tech3 di Johann Zar­co è subi­to die­tro al set­ti­mo posto.

Otta­vo tem­po per il vin­ci­to­re del Gran Pre­mio d’Argentina, Cal Crut­chlow (LCR Hon­da), con Mave­rick Viña­les (Movi­star Yama­ha) e Scott Red­ding (Apri­lia Gre­si­ni) a chiu­de­re la Top 10. Per tro­va­re il por­ta­co­lo­ri elve­ti­co Tom Lüthi dob­bia­mo scor­re­re la clas­si­fi­ca fino alla 22° posi­zio­ne con il tem­po di 1’40”585 e 20 mil­le­si­mi di van­tag­gio sul com­pa­gno di squa­dra Fran­co Morbidelli.

FP2 – La secon­da ses­sio­ne di pro­ve libe­re ci ha fat­to assi­ste­re ad un impor­tan­te miglio­ra­men­to dei tem­pi, com­pli­ce l’asfalto nuo­vo che si anda­va via via a gom­ma­re. La miglior pre­sta­zio­ne di gior­na­ta è sta­ta mes­sa a refer­to dal cen­tau­ro bri­tan­ni­co Cal Crut­chlow in 1’38”614, 28 mil­le­si­mi meglio dell’altra HRC uffi­cia­le di Dani Pedrosa.

Ter­zo tem­po per Johann Zar­co davan­ti alla Suzu­ki di Andrea Ian­no­ne, deci­sa­men­te più in pal­la rispet­to alle FP1. Il pilo­ta di Vasto ha pre­ce­du­to Marc Mar­quez e Andrea Dovi­zio­so, i due annun­cia­ti pro­ta­go­ni­sti del pri­mo wee­kend ibe­ri­co del cam­pio­na­to, men­tre Jor­ge Loren­zo fa di nuo­vo capo­li­no in Top 10 con il set­ti­mo tem­po assoluto.

Otta­vo Jack Mil­ler, che con­fer­ma il suo buon fee­ling con la Desmo­se­di­ci GP17 del team Pra­mac, men­tre le Yama­ha del team uffi­cia­le sem­bra­no sof­fri­re un po’ rispet­to alle atte­se, con Valen­ti­no Ros­si e Mave­rick Viña­les sola­men­te in nona e deci­ma posizione.

Anche in que­sta secon­da ses­sio­ne Tom Lüthi non è anda­to oltre la 22° posi­zio­ne, men­tre il suo com­pa­gno Fran­co Mor­bi­del­li ha avu­to un miglio­ra­men­to di deci­so che lo ha per­mes­so di otte­ne­re la 19° piazza.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: