1L: vittoria di misura per il Mendrisio

MENDRISIO — Davan­ti ad una cor­ni­ce di pub­bli­co sicu­ra­men­te non del­le gran­di occa­sio­ni, il Men­dri­sio vin­ce per 3–2 (con­tro un buon Koso­va) pur sof­fren­do nel finale.

Basta­no 8 minu­ti a Michel Sarr, in gior­na­ta di gra­zia, a por­ta­re in van­tag­gio la trup­pa di Arde­ma­gni. Sul­la fascia sini­stra, Vina­tzer, ben ser­vi­to da Cari­glia (otti­ma pro­va la sua, essen­do inol­tre fuo­ri ruo­lo), dopo un drib­bling met­te una pal­la per­fet­ta sul­la testa di Sarr che supe­ra l’ex por­tie­re del Win­ther­tur, Chri­stian Lei­te. Nel pri­mo tem­po sono i padro­ni di casa a domi­na­re, con del­le bel­le tra­me di gio­co tra il gio­va­ne Pere­go, Mosca­tiel­lo e gli attac­can­ti men­tre nel­le poche incur­sio­ni avver­sa­rie il Men­dri­sio si difen­de bene gra­zie ad un Michel Kabam­ba sem­pre sul pez­zo, che coman­da alla gran­de una dife­sa piut­to­sto improv­vi­sa­ta (oggi assen­te suo fra­tel­lo Noel). Al 31′ minu­to rad­dop­pio del Men­dri­sio gra­zie anco­ra a Sarr che rac­co­glie una respin­ta erra­ta di Lei­te dopo una puni­zio­ne dal­la lun­ga distan­za di Mosca­tiel­lo. Si va dun­que alla pau­sa sul 2–0 e un Men­dri­sio che sem­bra ave­re la con­te­sa in pugno.

Nel secon­do tem­po tut­ta­via gli ospi­ti cer­ca­no di rad­driz­za­re la par­ti­ta e gio­ca­no meglio del Men­dri­sio che però si difen­de dili­gen­te­men­te e con­ce­de poco all’at­tac­co del Koso­va. Per la pri­ma emo­zio­ne del secon­do tem­po biso­gna atten­de­re l’80′ quan­do a segui­to di una ser­pen­ti­na ed un rim­pal­lo, Mura­ti rie­sce a supe­ra­re Catal­do con un sini­stro pre­ci­so. La par­ti­ta si riac­cen­de ma ci pen­sa la tri­plet­ta di uno stra­to­sfe­ri­co Sarr dopo soli 3 minu­ti a spe­gne­re le spe­ran­ze degli ospi­ti che però non si arren­do­no e van­no nuo­va­men­te in gol al 90′ con uno sfor­tu­no­so auto­gol di Catal­do, che vede il pal­lo­ne pic­chiar­gli con­tro la schie­na dopo un tiro di Busha­ti che si era stam­pa­to sul palo. Fina­le in attac­co per il Koso­va ma Men­dri­sio che non cor­re rischi e rie­sce a por­ta­re a casa la posta piena.

Da sot­to­li­nea­re le otti­me pre­sta­zio­ni, oltre al miglio­re in cam­po Sarr, di Cari­glia, De Bia­si e Tirel­li, tut­ti e tre fuo­ri ruo­lo ma con gran­de per­so­na­li­tà e gran­de atten­zio­ne. Inol­tre per il Men­dri­sio otti­ma pro­va per il gio­va­nis­si­mo Pere­go che ha dimo­stra­to una per­so­na­li­tà e una tran­quil­li­tà di un veterano.

Di segui­to il tabel­li­no del­la partita:

Men­dri­sio: Catal­do, Tirel­li, De Bia­si, M. Kabam­ba, Cari­glia, Pere­go, Mosca­tiel­lo (73′ Gal­lo), Maz­zet­ti, Lagrot­te­ria (61’ Calic), Sarr, Vina­tzer (85′ Kandiah)

Koso­va: Lei­te, Buqaj, Suli­ma­ni, Sina­no­vic, Buqaj, Laz­ri (87′ Sina­ni), Gashi, Tha­qi, Busha­ti, Mura­ti, Alija

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: