Gerndt-Manicone: il Lugano è salvo

A Cor­na­re­do è sal­vez­za mate­ma­ti­ca! Il Luga­no di Aba­scal non sba­glia il match più impor­tan­te del­la sta­gio­ne e si assi­cu­ra un posto nel mas­si­mo cam­pio­na­to elve­ti­co anche per la pros­si­ma stagione.

Al cospet­to di un Losan­na, che ave­va l’ob­bli­go di vin­ce­re per spe­ra­re nel­la sal­vez­za, il dina­mi­co Luga­no, per l’oc­ca­sio­ne di ver­de vesti­to per Gree­n­ho­pe, si è mostra­to grin­to­so e affa­ma­to: insom­ma, con i giu­sti attri­bu­ti in campo.

Ci sono volu­ti 64′ pri­ma che Gerndt sbloc­cas­se il pun­teg­gio è comin­cias­se ad abbas­sa­re il bat­ti­to del cuo­re dei tifo­si bianconeri.

A far­lo di uno esplo­de­re, que­sta vol­ta dal­la gio­ia, è sta­ta la rete di Car­lo Mani­co­ne al 90′ che ha di fat­to chiu­so la par­ti­ta e rega­la­to i tre pun­ti sal­vez­za ai bianconeri.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: