Novazzano, lascia Scandola: la lettera di saluto sui social

Andrea Scan­do­la, diri­gen­te sto­ri­co degli ulti­mi anni del Novaz­za­no in accop­pia­ta con Man­to­va­ni, lascia il soda­li­zio gial­lo­blù. Lo ha fat­to con i suoi modi, sem­pre gen­ti­li e paca­ti di una per­so­na a modo che ha sapu­to far­si voler bene da Novaz­za­no e non solo.

Lo ha fat­to pub­bli­can­do una let­te­ra sul­la pagi­na Face­book dei momò, che vi ripor­tia­mo di segui­to per esteso:

“La mia non è una let­te­ra d’ad­dio, ma una let­te­ra per dire gra­zie a tut­te le per­so­ne che han­no per­cor­so con me pas­so dopo pas­so e chi in par­te que­sti 4 anni di cre­sci­ta, di emo­zio­ni, di cal­cio e di passione.

Voglio rin­gra­zia­re gli alle­na­to­ri e le per­so­ne che han­no fat­to par­te degli staff in que­sti anni con cui ho lavo­ra­to, ognu­no di loro mi ha inse­gna­to qual­co­sa, rin­gra­zio in par­ti­co­la­re Arde­ma­gni per­ché oltre a esse­re un gran­de alle­na­to­re ed un ami­co con lui ho vin­to da gio­ca­to­re un cam­pio­na­to di ter­za lega e insie­me sia­mo riu­sci­ti a vin­ce­re il cam­pio­na­to dell anno scor­so quan­do poche per­so­ne cre­de­va­no in que­sto pic­co­lo mira­co­lo, un gra­zie anche a mister Mero­ni con cui sto viven­do la pri­ma sta­gio­ne sto­ri­ca di que­sta squa­dra in secon­da inter­re­gio­na­le, una per­so­na vera, di cal­cio, pre­pa­ra­ta che meri­te­reb­be di alle­na­re sicu­ra­men­te in cate­go­rie superiori.

Gra­zie a tut­ti i gio­ca­to­ri che han­no cre­du­to nel­le mie paro­le e nel pro­get­to Novazzano.
Gra­zie a tut­to il comi­ta­to, a Davi­de Rez­zo­ni­co una per­so­na immen­sa e a tut­te le per­so­ne con cui ho con­di­vi­so una gran­de pas­sio­ne e un amo­re per que­sti colori.
Abbia­mo dimo­stra­to che serie­tà, pas­sio­ne, dedi­zio­ne, com­pe­ten­za, pro­gram­ma­zio­ne nel cal­cio sono mol­to più impor­tan­ti di altre componenti.
Gra­zie alla fami­glia Man­to­va­ni che mi ha sem­pre volu­to bene e spe­ro che con­ti­nui a voler­me­ne anche se ho deci­so di cer­ca­re un altra stra­da un’al­tra sfi­da per­so­na­le e lavo­ra­ti­va, ma gra­zie soprat­tut­to a Chri­stian, una per­so­na spe­cia­le per me, un fra­tel­lo mag­gio­re, un ami­co e tan­to altro che quan­do ave­vo solo 26 anni ha cre­du­to in me. Gra­zie Chri­stian, gra­zie per tut­to, devo tan­to a te, spe­ria­mo di rag­giun­ge­re assie­me anco­ra due obbiet­ti­vi impor­tan­ti ma uno in par­ti­co­la­re a cui tenia­mo entram­bi che sareb­be il coro­na­men­to di un lavo­ro impor­tan­te fat­to insieme.

Ci ten­go a toglier­mi qual­che sas­so­li­no, per­ché non è sta­to tut­to così sem­pli­ce in que­sti anni, “rin­gra­zio” tut­te quel­le per­so­ne che mi han­no dato quel­le moti­va­zio­ni in più scre­di­tan­do il Novaz­za­no, pen­san­do che non si potes­se sal­va­re in secon­da ed in segui­to che non sarem­mo riu­sci­ti a vin­cer­la. Gra­zie anche a quel­li che pen­sa­va­no non avrem­mo rag­giun­to 10 pun­ti que­sta stagione.

Non è faci­le scri­ve­re tut­to ciò e rea­liz­za­re che le nostre stra­de si stan­no dividendo,
Solo chi mi cono­sce, chi sa tut­to il lavo­ro che è sta­to fat­to in que­sti anni, chi ha vis­su­to cer­ti momen­ti sa quan­to può esse­re dif­fi­ci­le esse­re arri­va­ti a que­sta deci­sio­ne per me, non so anco­ra dove andrò e cosa farò ma sicu­ra­men­te so che il mio sogno è quel­lo pri­ma o poi un gior­no di tor­na­re a dare il mio con­tri­bu­to a que­sta socie­tà che è sta­ta una secon­da famiglia.

Gra­zie ASN, gra­zie pic­co­la gran­de famiglia
For­za Nova!”

Andrea Scan­do­la

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: