4L: Al Riva il big match contro il Bioggio

Articolo da FCRIVA.COM

Quella appena archiviata è stata una settimana intesa in casa FC Riva. La compagine guidata da Stefano Lippmann ha preso il comando delle operazioni del Gruppo 1 di Quarta Lega dopo aver sconfitto in casa il Canobbio e con la complicità del Comano, impostosi in casa del Bioggio. E sabato, al San Giorgio, ha ribadito la volontà di lottare per il primo posto, imponendosi nel big match proprio contro il Bioggio.

Per l’importante occasione, Lippmann si è trovato confrontato con alcune assenze degne di nota. Tre undicesimi della formazione che sette giorni prima ha sconfitto il Canobbio, infatti, erano indisponibili per la classica sfida da sei punti.

Lippmann ha schierato Agosta tra i pali, Fazliu sulla destra, l’accoppiata Donini-Dotti a costruire la diga centrale e Castelletti sulla corsia di sinistra. Lorenzo ‘Paddy’ Padula ha preso il posto del fratello Nicola (squalificato) al fianco dei confermati Nessi e Santini. E, infine, con il tridente offensivo composto da Spadini al centro con il ‘Gallo’ Livi e Scacchi a dare dinamicità sugli esterni.

Su un terreno in condizioni al limite della praticabilità, i ‘Gladiatori del lago’ sono passati in vantaggio al 17esimo con Scacchi, abile a sfruttare al meglio un lancio millimetrico di Santini e bucare l’estremo difensore ospite con un pregevole pallonetto.

Frastornata dalla rete dello svantaggio, la formazione ospite ha provato a spingere sull’acceleratore alla ricerca del pari. Ed è proprio al 42esimo che gli ospiti trovano l’1-1, grazie a un’incornata in area che non ha lasciato scampo ad Agosta.

Alla ripresa, nessun cambio effettuato da Lippmann e Centorrino. L’allenatore gialloblù chiede ai suoi di abbandonare ogni trama di gioco e far prevalere corsa, grinta e determinazione: indicazioni rispettate alla lettera da parte degli undici momò che prima di prendere il largo hanno dovuto spaventarsi con un calcio di rigore fallito dagli ospiti.

Al 67esimo bissa il Riva con un’azione quasi fotocopia alla prima: lancio lungo per il ‘Gallo’ Livi, freddo davanti al portiere con un pallonetto che ha spianato la strada ai suoi. Poi, come detto, ecco il rigore per il Bioggio che viene clamorosamente sciupato.

Meno di dieci minuti più tardi, anche al Riva viene concesso un calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Spadini che non si lascia fregare dalla tensione e fredda per la terza volta Bragoni.

A lanciare la festa sugli spalti ci ha pensato David Nessi, a segno per la seconda volta consecutiva. Il numero dieci gialloblù, con la complicità del portiere avversario, ha siglato il 4-1 direttamente su calcio di punizione dalla distanza. Supportati da un centinaio di spettatori che hanno sfidato l’acquazzone, i momò hanno continuato a giocare fino al triplice fischio. A 5 minuti dalla fine è ancora Spadini a firmare il 5-1 finale.

Con 270’ ancora da giocare, il Riva tornerà a difendere la leadership già giovedì sera in occasione dell’ostica trasferta sul campo del Sant’Antonino.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: