4L: Al Riva il big match contro il Bioggio

Arti­co­lo da FCRIVA.COM

Quel­la appe­na archi­via­ta è sta­ta una set­ti­ma­na inte­sa in casa FC Riva. La com­pa­gi­ne gui­da­ta da Ste­fa­no Lip­p­mann ha pre­so il coman­do del­le ope­ra­zio­ni del Grup­po 1 di Quar­ta Lega dopo aver scon­fit­to in casa il Canob­bio e con la com­pli­ci­tà del Coma­no, impo­sto­si in casa del Biog­gio. E saba­to, al San Gior­gio, ha riba­di­to la volon­tà di lot­ta­re per il pri­mo posto, impo­nen­do­si nel big match pro­prio con­tro il Bioggio.

Per l’importante occa­sio­ne, Lip­p­mann si è tro­va­to con­fron­ta­to con alcu­ne assen­ze degne di nota. Tre undi­ce­si­mi del­la for­ma­zio­ne che set­te gior­ni pri­ma ha scon­fit­to il Canob­bio, infat­ti, era­no indi­spo­ni­bi­li per la clas­si­ca sfi­da da sei punti.

Lip­p­mann ha schie­ra­to Ago­sta tra i pali, Faz­liu sul­la destra, l’accoppiata Doni­ni-Dot­ti a costrui­re la diga cen­tra­le e Castel­let­ti sul­la cor­sia di sini­stra. Loren­zo ‘Pad­dy’ Padu­la ha pre­so il posto del fra­tel­lo Nico­la (squa­li­fi­ca­to) al fian­co dei con­fer­ma­ti Nes­si e San­ti­ni. E, infi­ne, con il tri­den­te offen­si­vo com­po­sto da Spa­di­ni al cen­tro con il ‘Gal­lo’ Livi e Scac­chi a dare dina­mi­ci­tà sugli esterni.

Su un ter­re­no in con­di­zio­ni al limi­te del­la pra­ti­ca­bi­li­tà, i ‘Gla­dia­to­ri del lago’ sono pas­sa­ti in van­tag­gio al 17esimo con Scac­chi, abi­le a sfrut­ta­re al meglio un lan­cio mil­li­me­tri­co di San­ti­ni e buca­re l’estremo difen­so­re ospi­te con un pre­ge­vo­le pallonetto.

Fra­stor­na­ta dal­la rete del­lo svan­tag­gio, la for­ma­zio­ne ospi­te ha pro­va­to a spin­ge­re sull’acceleratore alla ricer­ca del pari. Ed è pro­prio al 42esimo che gli ospi­ti tro­va­no l’1–1, gra­zie a un’incornata in area che non ha lascia­to scam­po ad Agosta.

Alla ripre­sa, nes­sun cam­bio effet­tua­to da Lip­p­mann e Cen­tor­ri­no. L’allenatore gial­lo­blù chie­de ai suoi di abban­do­na­re ogni tra­ma di gio­co e far pre­va­le­re cor­sa, grin­ta e deter­mi­na­zio­ne: indi­ca­zio­ni rispet­ta­te alla let­te­ra da par­te degli undi­ci momò che pri­ma di pren­de­re il lar­go han­no dovu­to spa­ven­tar­si con un cal­cio di rigo­re fal­li­to dagli ospiti.

Al 67esimo bis­sa il Riva con un’azione qua­si foto­co­pia alla pri­ma: lan­cio lun­go per il ‘Gal­lo’ Livi, fred­do davan­ti al por­tie­re con un pal­lo­net­to che ha spia­na­to la stra­da ai suoi. Poi, come det­to, ecco il rigo­re per il Biog­gio che vie­ne cla­mo­ro­sa­men­te sciupato.

Meno di die­ci minu­ti più tar­di, anche al Riva vie­ne con­ces­so un cal­cio di rigo­re. Dal dischet­to si pre­sen­ta Spa­di­ni che non si lascia fre­ga­re dal­la ten­sio­ne e fred­da per la ter­za vol­ta Bragoni.

A lan­cia­re la festa sugli spal­ti ci ha pen­sa­to David Nes­si, a segno per la secon­da vol­ta con­se­cu­ti­va. Il nume­ro die­ci gial­lo­blù, con la com­pli­ci­tà del por­tie­re avver­sa­rio, ha sigla­to il 4–1 diret­ta­men­te su cal­cio di puni­zio­ne dal­la distan­za. Sup­por­ta­ti da un cen­ti­na­io di spet­ta­to­ri che han­no sfi­da­to l’acquazzone, i momò han­no con­ti­nua­to a gio­ca­re fino al tri­pli­ce fischio. A 5 minu­ti dal­la fine è anco­ra Spa­di­ni a fir­ma­re il 5–1 finale.

Con 270’ anco­ra da gio­ca­re, il Riva tor­ne­rà a difen­de­re la lea­der­ship già gio­ve­dì sera in occa­sio­ne dell’ostica tra­sfer­ta sul cam­po del Sant’Antonino.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: