4L: Impresa Insubrica, scalata da Terza Lega

BIOGGIO – Chi avreb­be pun­ta­to qual­che fran­co sul­la pro­mo­zio­ne in Ter­za Lega del­l’In­su­bri­ca nel mese di gen­na­io sareb­be sta­to pre­so per un paz­zo. Per­ché alla pau­sa inver­na­le, i bian­co-ros­so-ver­di dove­va­no fare i con­ti con Biog­gio, Lema, Riva, Cere­sio e Ligor­net­to. Insom­ma, non pro­prio una passeggiata…

Con il pas­sa­re del­le gior­na­te, però, gli uomi­ni di Palom­bel­la ina­nel­la­no vit­to­rie su vit­to­rie, anche e soprat­tut­to negli scon­tri diret­ti. E comin­cia­no a crederci.

A suon di tre pun­ti, Arri­va­be­ne e com­pa­gni han­no accor­cia­to il diva­rio con tut­te e, pazien­te­men­te, le han­no scal­za­te ad una a una. La gior­na­ta di ieri, però, ave­va un’im­por­tan­za vita­le per i momò.

Gli insu­bri­ci si con­ten­de­va­no la pro­mo­zio­ne (e il secon­do posto alle spal­le del Riva) con il Biog­gio, giun­to alla sfi­da in van­tag­gio e for­te del fat­to­re casa­lin­go. Ma gli ospi­ti han­no sapu­to ribal­ta­re a loro favo­re qual­sia­si tipo di pressione.

Già al quar­to minu­to di gio­co Tolo­ne ha rea­liz­za­to la rete del­lo 0–1. Ma per esse­re tran­quil­lo l’In­su­bri­ca ave­va biso­gno di allun­ga­re le distan­ze, per­ché la for­ma­zio­ne di casa ha pro­va­to ad alza­re il rit­mo e un pareg­gio non sareb­be basta­to. Ecco che allo­ra sale in cat­te­dra Castel­li al 55′ e fir­ma quel­lo che sarà il defi­ni­ti­vo 0–2 sino­ni­mo di Ter­za Lega.

Roma­no e com­pa­gni sal­go­no quin­di a 41 pun­ti a pari pun­ti con il Biog­gio, ma con una media fair­play miglio­re e quindi.…via ai festeg­gia­men­ti per un’im­pre­sa che rimar­rà impres­sa nel­le pagi­ne di sto­ria del soda­li­zio di Novazzano-Seseglio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: