3L: Quando i festeggiamenti vanno oltre, parapiglia tra Riarena e Gordola

GORDOLA – Il cal­cio regio­na­le tor­na sot­to i riflet­to­ri. Dopo un epi­so­dio di raz­zi­smo veri­fi­ca­to­si ver­so la fine di apri­le, è anco­ra la Ter­za Lega (Grup­po 2) a far par­la­re di sé.
Come ripor­ta­to da Tio.ch, le due squa­dre pro­ta­go­ni­ste del­la vicen­da sono Ria­re­na e Gor­do­la, giun­te al ter­mi­ne del­la sta­gio­ne a pari pun­ti in cima alla classifica.

Le rego­le impo­ste dal­la Fede­ra­zio­ne Tici­ne­se di Cal­cio par­la­no chia­ro: in caso di pari­tà di pun­ti, la squa­dra che van­ta il miglior fair­play ha dirit­to alla posi­zio­ne più alta.
Com­pli­ce un frain­ten­di­men­to nel tes­se­ra­men­to di un gio­ca­to­re (pro­ve­nien­te pro­prio dal Ria­re­na), al Gor­do­la sono sta­ti sot­trat­ti tre pun­ti in clas­si­fi­ca, oltre a esse­re pena­liz­za­to con con 35 pun­ti fairplay.

Così, gra­zie alla vit­to­ria sul cam­po del Ble­nio, il Ria­re­na ha potu­to festeg­gia­re la pro­mo­zio­ne in Secon­da Lega. Ma la festa per la vit­to­ria del cam­pio­na­to è anda­ta ben oltre gli aspet­ti sportivi.

Secon­do quan­to ripor­ta­to dal por­ta­le, infat­ti, alcu­ni tes­se­ra­ti del Ria­re­na – di ritor­no dal­la tra­sfer­ta – han­no deci­so bene di recar­si al cen­tro spor­ti­vo dei riva­li, strom­baz­zan­do il clac­son e into­nan­do cori di sfottò.

Da lì ne sareb­be sca­tu­ri­ta una zuf­fa che avreb­be por­ta­to anche alla rot­tu­ra di un vetro.
Né il pre­si­den­te del Gor­do­la Cal­cio né quel­lo del Ria­re­na han­no volu­to com­men­ta­re l’accaduto.

La Fede­ra­zio­ne Tici­ne­se Cal­cio, dal­la sua, ha inve­ce spie­ga­to che non ci sono i pre­sup­po­sti per agi­re con una san­zio­ne disci­pli­na­re in quan­to i fat­ti si sono veri­fi­ca­ti in assen­za di un arbi­tro o un com­mis­sa­rio ASF.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: