Novazzano: il giorno dopo essere entrato nella storia

In casa Novaz­za­no l’en­tu­sia­smo è alle stel­le. E non pote­va esse­re altri­men­ti all’in­do­ma­ni del­la vit­to­ria nel der­by di ieri sera con­tro il Taver­ne, val­sa la qua­li­fi­ca­zio­ne al tabel­lo­ne prin­ci­pa­le del­la pros­si­ma edi­zio­ne di Cop­pa Svizzera.

C’è sem­pre una pri­ma volta

A Mor­bio il cli­ma non era dei miglio­ri, meteo­ro­lo­gi­ca­men­te par­lan­do. Qual­che acquaz­zo­ne spar­so ha raf­fred­da­to gli ani­mi dei 22 pro­ta­go­ni­sti in cam­po, tut­ti volen­te­ro­si di por­tar­si a casa la vittoria.

Ma alla fine ha vin­to chi ave­va più fame. Non che il Taver­ne sia sta­to di meno, ma il Novaz­za­no ha mostra­to una tenu­ta miglio­re nei tem­pi sup­ple­men­ta­ri. E poi la paca­tez­za e la sere­ni­tà di mister Mero­ni si è rive­la­ta decisiva.

I gial­lo­blù non sono cadu­ti in pro­vo­ca­zio­ni, restan­do tut­to som­ma­to luci­di e por­tan­do­si a casa la pri­ma sto­ri­ca qua­li­fi­ca­zio­ne alla cop­pa nazionale.

A deci­de­re la sfi­da è sta­ta una pre­ge­vo­le rete di Magno, entra­to da poco. Il baby-talen­to momò ha bef­fa­to l’e­stre­mo difen­so­re gial­lo­ne­ro con una con­clu­sio­ne chi­rur­gi­ca da fuo­ri area fini­ta nel sette.

 

Cam­bi decisivi

Come det­to, anche al mister del Novaz­za­no van­no attri­bui­ti dei meri­ti. Mero­ni ha sapu­to leg­ge­re la par­ti­ta in manie­ra eccel­len­te. La scel­ta di inse­ri­re Magno si è rive­la­ta quan­to mai deci­si­va. Ma il nume­ro 24 gial­lo­blù non ha solo fir­ma­to la rete val­sa la qualificazione.

Le sue pro­gres­sio­ne in fascia e la dina­mi­ci­tà del­l’ex Men­dri­sio han­no chia­ra­men­te cam­bia­to le sor­ti del­l’in­con­tro. Pochi minu­ti, ma d’al­ta qua­li­tà anche per il jol­ly offen­si­vo Bosn­jak. Il 22enne, anche lui ex Men­dri­sio, ha por­ta­to una ven­ta­ta di fre­schez­za nei minu­ti più con­ci­ta­ti del match.

MARCIO-NELLI

Tut­to il Novaz­za­no meri­ta un plau­so per la sto­ri­ca impre­sa di ieri sera, ma è impos­si­bi­le non rico­no­sce­re una nota di meri­to per Gior­gio Mar­cio­nel­li e Andrea Martinelli.

L’e­stre­mo difen­so­re gial­lo­blù si è con­fer­ma­to uno dei por­tie­ri miglio­ri in ambi­to regio­na­le, com­pien­do para­te deci­si­ve e tenen­do a gal­la i suoi. Per altre infor­ma­zio­ni, rivol­ger­si agli attac­can­ti del Taverne…

Giorgio Marcionelli – Novazzano

Poi c’è lui: Andrea Mar­ti­nel­li, metro­no­mo e com­pas­so di un Novaz­za­no che è anda­to oltre alle aspet­ta­ti­ve di ini­zio sta­gio­ne. Il cen­tro­cam­pi­sta e capi­ta­no del ‘nova’  – for­se l’uo­mo di mag­gio­re espe­rien­za nel­lo spo­glia­to­io gial­lo­blù – ha sapu­to met­te­re ordi­ne nel­la zona nevral­gi­ca del­l’in­con­tro. Le azio­ni più peri­co­lo­se dei suoi sono, man­co a dir­lo, pas­sa­te dai suoi piedi.

 

 

One thought on “Novazzano: il giorno dopo essere entrato nella storia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: