1L: Uno sguardo sulle panchine delle protagoniste

Quan­do man­ca­no ormai due set­ti­ma­ne all’inizio del cam­pio­na­to, dia­mo uno sguar­do alla com­po­si­zio­ne del­le 14 squa­dre del grup­po 3 par­ten­do dal­la situa­zio­ne del­le panchine.

Sono sta­ti ricon­fer­ma­ti sol­tan­to quat­tro alle­na­to­ri che ave­va­no già ini­zia­to sul­la stes­sa pan­chi­na la sta­gio­ne 2017–2018: si trat­ta di Giu­sep­pe Gam­bi­no (Gos­sau), Jero­me Oswald (Wett­swil), Roger Etter (Win­ter­thur) e Roland Sch­we­gler, tec­ni­co del neo pro­mos­so Linth 04. 

L’età media è di cir­ca 40 anni: Ran­ko Jako­vlje­vic (Baden) è il più anzia­no con i suoi 51 anni men­tre il più gio­va­ne è il 32enne nuo­vo alle­na­to­re del­lo Uni­ted Zuri­go, Kustrim Dza­fe­ri. A San Gal­lo ci sarà Bru­nel­lo Iaco­pet­ta, nato otto gior­ni dopo il coscrit­to Simon Rodu­ner, pas­sa­to dal­la pan­chi­na del Höngg a quel­la del Red Star. A tal pro­po­si­to, Ivan Pre­vi­ta­li, secon­do di Rodu­ner lo scor­so anno, è pas­sa­to alla gui­da del Höngg. Già in cari­ca nel­le ulti­me par­ti­te del­la scor­sa sta­gio­ne al posto di Ergun Dogru, Mar­co Bol­li reste­rà al timo­ne del Thal­wil e stes­sa cosa vale sia per Adrian Allen­spach (Tug­gen) che ave­va por­ta­to alla sal­vez­za la com­pa­gi­ne ini­zial­men­te alle­na­ta da Dani­jel Bori­lo­vic che Hen­drik Reg­top, ricon­fer­ma­to ad Eschen dopo esse­re entra­to in cari­ca a gen­na­io 2018. 

Come risa­pu­to, il Men­dri­sio è inve­ce diret­to da Mat­tia Cro­ci-Tor­ti (37) che fa par­te del­la fol­ta schie­ra dei nati nel­la pri­ma metà degli anni ’80: sono infat­ti 9 gli alle­na­to­ri nati tra il ’79 e il 1985. Il più anzia­no è chia­ra­men­te André “Bigi” Meier, 68enne alle­na­to­re del FC Kosova.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: