Mendrisio, trasformare e trasformarsi: un’arma in più per Croci-Torti

Gli assen­ti, han­no avu­to tor­to. Men­dri­sio-Novaz­za­no è sta­ta ami­che­vo­le diver­ten­te e suggestiva.

Intan­to, pro­prio sopra e intor­no al Comu­na­le, la clas­si­ca nuvo­la fan­toz­zia­na ha rin­fre­sca­to l’a­ria e anche i gio­ca­to­ri, ai qua­li non è sta­to rispar­mia­to un riscal­da­men­to fra tuo­ni e gran­di­ne: dif­fi­ci­le a cre­der­si anche solo a pochi chi­lo­me­tri dal­lo sta­dio del magni­fi­co borgo.

Il test ha det­to che il Novaz­za­no sem­bra anco­ra indie­tro di con­di­zio­ne rispet­to ai pre­ce­den­ti avver­sa­ri del Men­dri­sio, ma chi cono­sce bene Mero­ni sa benis­si­mo quan­to il tec­ni­co momo’ sia bra­vo a cam­bia­re le car­te in tavo­la dopo aver­le nasco­ste pro­prio duran­te una par­ti­ta amichevole.

Più car­ti­na Tor­na­so­le la ver­sio­ne del Men­dri­sio. Cro­ci-Tor­ti le sta pro­van­do vera­men­te tut­te per cer­ca­re di met­te­re a pro­prio agio i suoi ragaz­zi e que­sto crean­do loro del­le sostan­zia­li dif­fi­col­tà al fine di capi­re e valutare.

Ieri sera ad esem­pio, qual­cu­no ha cam­bia­to tre ruo­li all’in­ter­no del­la stes­sa par­ti­ta, dan­do allo staff la pos­si­bi­li­tà di rice­ve­re quel­le rispo­ste richie­ste con insi­sten­za nei pri­mi due (duri) alle­na­men­ti del­la settimana.

Si trat­ta di capi­re sem­pre meglio qua­li sia­no gli obiet­ti­vi sta­gio­na­li di que­sto orga­ni­co per poi poter trac­cia­re una linea di giu­di­zio che per­met­ta di espri­me­re un pun­to di vista miglio­re. La gio­ven­tù sem­bra appren­de­re gior­no dopo gior­no i con­cet­ti del Mister e ieri sera si sono viste cose bel­le ed altre meno belle.

Il cam­bio di modu­lo, avve­nu­to dopo un quar­to d’o­ra, ha per­mes­so alla squa­dra di svin­co­lar­si dai clas­si­ci temi (sche­mi) per tro­va­re non casual­men­te del­le solu­zio­ni diver­se dal­la metà a salire.

Sarà ora dav­ve­ro inte­res­san­te veri­fi­ca­re il tut­to nel­l’a­mi­che­vo­le con il Bel­lin­zo­na di saba­to pros­si­mo. Il Baden è in arri­vo. Gli obiet­ti­vi resta­no un nodo da scio­glie­re: il mer­ca­to è da rite­ner­si concluso?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: