Chiasso-Sciaffusa: Mangiarratti, Rey, Josipovic, Milinceanu e Belometti . Quanti top per la prima vittoria

Può final­men­te dor­mi­re son­ni tran­quil­li il Chias­so di Ales­san­dro Man­giar­rat­ti dopo il pri­mo suc­ces­so da pro­fes­sio­ni­sta. La sua squa­dra ha vin­to e con­vin­to bat­ten­do uno Sciaf­fu­sa for­te di due suc­ces­si in tre partite.

L’ex alle­na­to­re del Team Tici­no ha pro­se­gui­to sul­la sua stra­da, con­fer­man­do di ave­re le idee ben in chia­ro. Ha inol­tre dimo­stra­to di saper far gira­re una squa­dra gio­va­ne in un cam­pio­na­to d’e­spe­rien­za come la Chal­len­ge League.

Non dare meri­ti ad Antoi­ne Rey per il nasce­re del­l’a­zio­ne del 2–1 fina­le sareb­be fol­le. L’in­stan­ca­bi­le recu­pe­ra pal­lo­ni ros­so­blù è inter­ve­nu­to con un tem­pi­smo per­fet­to nel recu­pe­ro pal­la nel­la pro­pria metà cam­po per poi ser­vi­re Padu­la che ha ser­vi­to otti­ma­men­te Josipovic.

È pro­prio Zoran Josi­po­vic il match win­ner del­l’in­con­tro. Anche oggi il nume­ro nove ros­so­blù ci ha mes­so l’a­ni­ma ed è sta­to ripa­ga­to con la rete che può dare un nuo­vo slan­cio alla stagione.

L’at­tac­can­te Milin­cea­nu ha tro­va­to la secon­da rete con­se­cu­ti­va, donan­do la fidu­cia neces­sa­ria al Chias­so. In più ha sapu­to ben dia­lo­ga­re con il com­pa­gno di repar­to Josi­po­vic, crean­do qual­che grat­ta­ca­po al repar­to difen­si­vo giallonero.

Non ha sfi­gu­ra­to nem­me­no il capi­ta­no Simo­ne Belo­met­ti, sem­pre atten­to in fase di mar­ca­tu­ra e pre­sen­te a sup­por­to dei cen­tro­cam­pi­sti quan­do il gio­co lo richiedeva.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: