Dite al Münsingen che c’è un Bellinzona affamato… E chissà che…

Non c’è due sen­za tre. Il famo­so det­to popo­la­re suo­ne­rà all’im­paz­za­ta nei pen­sie­ri del mister del Bel­lin­zo­na Lui­gi Tira­pel­le, redu­ce da due vit­to­rie nei pri­mi due appun­ta­men­ti del­la stagione.

L’ot­ti­mo ini­zio dei gra­na­ta, però, non ha crea­to faci­li entu­sia­smi al Comu­na­le. Già dopo la vit­to­ria di mer­co­le­dì con­tro lo Zuri­go U21, Maf­fi e com­pa­gni si sono rimes­si al lavo­ro per pre­pa­ra­re al meglio la tra­sfer­ta in casa del Mün­sin­gen, già scon­fit­to la pas­sa­ta sta­gio­ne ai rigo­ri in Cop­pa Svizzera.

Se in casa Bel­lin­zo­na l’u­mo­re è alla stel­le dopo il bot­ti­no pie­no, diver­so è il cli­ma attor­no alla for­ma­zio­ne di Feuz, redu­ce inve­ce da due scon­fit­te consecutive.

La sfi­da di dome­ni­ca è assai impor­tan­te per i tici­ne­si, che avran­no il pia­ce­re di gio­ca­re dopo tut­te le altre. E chis­sà che, visti e con­si­de­ra­ti gli osti­ci impe­gni di Sta­de Lau­san­ne e Sta­de Nyon­nais, il Bel­lin­zo­na potreb­be chiu­de­re la ter­za gior­na­ta con un feli­ce sorriso…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: