Team Ticino, Minelli: “Il mio obiettivo? Aiutare i ragazzi della U16 a crescere”

Da Team Ticino

Pro­se­gue il nostro viag­gio all’interno del mon­do Team Tici­no. Oggi abbia­mo incon­tra­to Ales­san­dro Minel­li, apprez­za­to alle­na­to­re del­la nostra Under 16. Con lui abbia­mo par­la­to del­la sta­gio­ne che ver­rà, ma non solo. Tra ido­li e det­ta­gli che fan­no la dif­fe­ren­za per rag­giun­ge­re alti livelli.

• Qua­li sono i tuoi obiet­ti­vi per la nuo­va stagione?

Sono parec­chi, tut­ti ambi­zio­si e rag­giun­gi­bi­li. Ma il pun­to più impor­tan­te è quel­lo di aiu­ta­re i ragaz­zi attua­li del­la Under 16 a cre­sce­re, cal­ci­sti­ca­men­te e uma­na­men­te. Ci stia­mo impe­gnan­do inten­sa­men­te in que­ste set­ti­ma­ne per rag­giun­ge­re i nostri obiettivi.

• Cos’è per te il calcio?

Il cal­cio per me è “emo­zio­ne” in tut­te le sue sfaccettature.

• Qua­le alle­na­to­re sti­mi maggiormente?

Il più gran­de e inno­va­ti­vo di tut­ti: Johan Cruyff.

• Qual è il tuo idolo?

Di ido­li veri e pro­pri non ne ho, seguo con gran­de inte­res­se il nostro Roger e Alex Zanardi.

• Il tuo ricor­do spor­ti­vo più bello?

Di ricor­di ne ho tan­ti e pia­ce­vo­li, non ne ho uno in par­ti­co­la­re. Sia da cal­cia­to­re, da alle­na­to­re che ades­so da formatore.

• Qua­li qua­li­tà apprez­zi mag­gior­men­te in un gio­va­ne calciatore?

Rispo­sta faci­le: umil­tà e appli­ca­zio­ne con­ti­nua. Ele­men­ti essen­zia­li per un gio­va­ne cal­cia­to­re che vuo­le rag­giun­ge­re alti livel­li. Sen­za è impensabile.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: