Mendrisio, severa lezione al Comunale

Men­tre fuma una siga­ret­ta nel par­cheg­gio, edu­ca­ta­men­te fuo­ri dal recin­to spo­glia­toi, Ivan Pre­vi­ta­li sem­bra incre­du­lo del­la pre­sta­zio­ne for­ni­ta dal­la sua squa­dra: for­se incer­to nel deci­fra­re cor­ret­ta­men­te dove sia­no effet­ti­va­men­te sepa­ra­ti i meri­ti pro­pri dai deme­ri­ti del­l’av­ver­sa­rio. La pre­oc­cu­pa­zio­ne del­la vigi­lia si è rive­la­ta infon­da­ta per un Höngg tec­ni­ca­men­te mode­sto al qua­le è basta­to met­te­re in cam­po carat­te­ri­sti­che psi­co­fi­si­che da pri­ma lega per domi­na­re un Men­dri­sio fra­gi­le e ben lon­ta­no dall’essere in fiducia. 

E’ così suc­ces­so che dopo 25 minu­ti di ste­ri­le domi­nio loca­le, gli zuri­ghe­si si sia­no ritro­va­ti in van­tag­gio con una rete di Wiske­mann, uno dei tan­ti ai qua­li il pro­gres­si­vo impo­ve­ri­men­to tec­ni­co del tor­neo ha per­mes­so di ave­re quel­la chan­ce che il nume­ro 9 ha sapu­to capi­ta­liz­za­re al meglio fra tea­tri­no e con­cre­tez­za. Un erro­re di Catal­do ha poi lan­cia­to sul vel­lu­to la gara degli ospi­ti che il 2–0 lo han­no rea­liz­za­to gra­zie al nume­ro 97 Perei­ra Da Costa pro­prio in vir­tù di una tran­si­zio­ne su pal­la rega­la­ta dal capi­ta­no del Mendrisio. 

Sot­to di due reti alla pau­sa, la squa­dra di Cro­ci-Tor­ti non è pra­ti­ca­men­te entra­ta in cam­po nel cor­so del­la ripre­sa tan­to che nel­le sta­ti­sti­che non uffi­cia­li di fine gara – con­fer­ma­te però dagli addet­ti dei vari live­sco­re – non figu­ra­no “shot on tar­get” da par­te momò in tut­to l’arco dell’incontro. Un erro­re di Mele ha poi chiu­so la gara a metà ripre­sa con la rete su rigo­re del 3–0 ope­ra del­lo sca­te­na­to Perei­ra ed infi­ne sigil­la­ta anche dal poker di Wiske­mann, incre­di­bil­men­te solo davan­ti a Catal­do sugli svi­lup­pi di un ango­lo dal­la destra.

Poco da aggiun­ge­re sul­la pre­sta­zio­ne infe­li­ce di un Men­dri­sio che di fron­te al pub­bli­co del Comu­na­le non subi­va una disfat­ta simi­le da parec­chie sta­gio­ni e che ora navi­ga sul fon­do del­la clas­si­fi­ca sen­za pun­ti in com­pa­gnia di Gos­sau e Uni­ted Zuri­go. A com­pli­ca­re i futu­ri impe­gni anche l’espulsione di Catal­do per un secon­do inge­nuo dop­pio car­tel­li­no gial­lo (il pri­mo, per pro­te­ste) a par­ti­ta pra­ti­ca­men­te conclusa. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: