Mendrisio, Tirelli: “Non raccogliamo quello che meritiamo. E paghiamo ogni minimo errore…”

Non sem­bra ave­re un mini­mo di rico­no­scen­za il lavo­ro di un Men­dri­sio che a par­te la pesan­te scon­fit­ta di saba­to scor­so non avreb­be meri­ta­to di usci­re scon­fit­to dal­le altre tre gare. Guai a pre­oc­cu­par­si per la clas­si­fi­ca, ma è chia­ro che la delu­sio­ne è tan­gi­bi­le. “Sia­mo mol­to delu­si e scon­for­ta­ti — ci rac­con­ta Seba Tirel­li — ma del resto que­sto è il cal­cio. Oggi abbia­mo fat­to tut­ti bene, ma la pal­la non ne ha volu­to sape­re di entra­re. Paghia­mo anche oggi ogni mini­mo erro­re e di con­tro non otte­nia­mo ciò che meriteremmo”.

E in effet­ti, le occa­sio­ni da rete sul con­to del Men­dri­sio sono dav­ve­ro parec­chie e non si può nem­me­no attri­bui­re agli attac­can­ti la col­pa del­la situa­zio­ne. A Win­te­rhur han­no deci­so un erro­re di pre­sun­zio­ne e una distra­zio­ne tat­ti­ca in occa­sio­ne del­la secon­da rete zuri­ghe­se. “Per oltre 60′ — pro­se­gue Tirel­li — sia­mo sta­ti indi­stur­ba­ti padro­ni del cam­po e dav­ve­ro non è faci­le tro­va­re del­le spie­ga­zio­ni per giu­sti­fi­ca­re il risultato”.

Nel fina­le di gara, capi­tan Cro­ci-Tor­ti e com­pa­gni han­no ten­ta­to il tut­to per tut­to, ma sen­za un mini­mo di risul­ta­to. Insie­me al Gos­sau, il Men­dri­sio è l’u­ni­ca squa­dra anco­ra­ta a zero pun­ti. Saba­to pros­si­mo al Comu­na­le arri­ve­rà il Tug­gen, bat­tu­to saba­to 2–0 sul pro­prio cam­po dall’Eschen.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: