1L: primo (mezzo) sorriso per il Mendrisio

MENDRISIO — Anda­va oggi in sce­na al comu­na­le una par­ti­ta fon­da­men­ta­le per il pro­sie­guo del­la com­pa­gi­ne momò, dopo una brut­ta par­ten­za che fino­ra non ha por­ta­to a nes­sun pun­to, con quat­tro scon­fit­te consecutive.

Quel­lo che è sce­so in cam­po, lo si è capi­to subi­to, è sta­to un Men­dri­sio affa­ma­to, voglio­so di riscat­tar­si e di ini­zia­re a maci­na­re pun­ti. Nel pri­mo tem­po la par­ti­ta è sta­ta piut­to­sto equi­li­bra­ta; diver­se le occa­sio­ni per par­te. La pri­ma capi­ta sui pie­di di M. Kaba­ma­ba, che con una bel­la puni­zio­ne dal limi­te del­l’a­rea impe­gna l’e­stre­mo difen­so­re ospi­te. La gran­de occa­sio­ne per il Men­dri­sio del pri­mo tem­po capi­ta però sui pie­di di Coci­ma­no. Dopo un cross e una bel­la spon­da di Fuso, l’at­tac­can­te ex Luga­no u21 si ritro­va total­men­te libe­ro davan­ti al por­tie­re ospi­te ma non rie­sce a cen­tra­re lo spec­chio e il tiro esce di poco. Un paio di occa­sio­ni capi­ta­no anche al Tug­gen; al 27′ e al 30′ gli ospi­ti van­no vici­ni alla rete pri­ma con Jag­gy, che però non rie­sce a devia­re in rete una pal­la vacan­te dopo una brut­ta usci­ta di Catal­do, e poi con San­ta­na che lascia­to total­men­te libe­ro non rie­sce a tro­va­re la via del gol di testa.

Nel­la ripre­sa è il Men­dri­sio a fare la par­ti­ta. Dopo soli 5 minu­ti ci pro­va Cve­t­ko­vic con una puni­zio­ne a sor­pren­de­re Mer­lo, che però si fa tro­va­re pron­to. La squa­dra di Cro­ci Tor­ti sale in cat­te­dra e pren­de com­ple­ta­men­te in mano il con­trol­lo del gio­co. Al 26′ e al 30′ la squa­dra momò va anco­ra vici­no al gol. Pri­ma ci pro­va anco­ra Coci­ma­no che per­fet­ta­men­te imbec­ca­to da un lan­cio lun­go si ritro­va da solo davan­ti al por­tie­re ospi­te ma non rie­sce a supe­rar­lo e gli cal­cia addos­so. Al 30′ è inve­ce il suben­tra­to Alai­mo, che lan­cia­to sul­l’e­ster­no da De Bia­si, dopo una note­vo­le sgrop­pa­ta fa par­ti­re un gran dia­go­na­le che esce di poco. Al Men­dri­sio man­ca solo il gol ma l’ul­ti­ma emo­zio­ne del­la par­ti­ta capi­ta sul­la testa di un gio­ca­to­re del Tug­gen che tut­ta­via, da posi­zio­ne rav­vi­ci­na­ta, non rie­sce a supe­ra­re un atten­to Cataldo.

Buon pun­to per il Men­dri­sio, che dopo quat­tro scon­fit­te con­se­cu­ti­ve ini­zia final­men­te a muo­ve­re la clas­si­fi­ca. La sen­sa­zio­ne che è rima­sta ai pre­sen­ti è tut­ta­via quel­la che la squa­dra del “Crus” avreb­be meri­ta­to qual­co­si­na in più. Ad ogni modo la stra­da intra­pre­sa oggi sem­bra esse­re final­men­te quel­la giu­sta e sicu­ra­men­te con­ti­nuan­do in que­sto modo ci sarà l’oc­ca­sio­ne di usci­re dal tun­nel buio in cui i gio­ca­to­ri del Men­dri­sio si era­no infilati.

Tabel­li­no FC Mendrisio:

Catal­do, Cro­ci Tor­ti, Kabam­ba N., Kabam­ba M., Cve­t­ko­vic, Mosca­tiel­lo, Maz­zet­ti (Pere­go 50′), Cor­tez (Kan­diah 91′), De Bia­si, Coci­ma­no, Fuso (Alai­mo 50′)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: