3L: Il Riva tiene un tempo, derby al Rancate

A vol­te, saper­ci met­te­re il cuo­re non è suf­fi­cien­te. Lo sa bene il Riva di Ste­fa­no Lip­p­mann che, fal­ci­dia­to da assenze/infortuni, è sta­to costret­to ieri a cede­re il pas­so al Ran­ca­te di Di Vin­cen­zi, altret­tan­to decimato.

I padro­ni di casa non han­no però affron­ta­to la par­ti­ta in modo diver­so rispet­to alle loro abi­tu­di­ni. E alme­no fino al 45′ il risul­ta­to striz­za­va l’oc­chio ai gla­dia­to­ri del lago, in van­tag­gio per 1–0 gra­zie all’in­zuc­ca­ta di Kos sugli svi­lup­pi di una puni­zio­ne pre­ci­sa di Bosnjak.

Al rien­tro dal­la pau­sa è sta­to il Ran­ca­te ad ave­re in mano il pal­li­no del gio­co. A furia di insi­dia­re costan­te­men­te la metà cam­po loca­le, gli uomi­ni di Di Vin­cen­zi han­no tro­va­to il gol del pari con Donà, abi­le a libe­rar­si del­la mar­ca­tu­ra sul­la destra e infi­la­re Festa per il momen­ta­neo 1–1.

È sta­to un cal­cio di rigo­re a con­se­gna­re la posta pie­na al Ran­ca­te. Dal dischet­to si è pre­sen­ta­to Fer­ra­ri che non ha sba­glia­to il tiro e ha fir­ma­to il 1–2 definitivo.

Si trat­ta del­la pri­ma vit­to­ria in cam­pio­na­to del Ran­ca­te, sali­to a quo­ta tre pun­ti. Il Riva di Livi e com­pa­gni rima­ne fer­mo a quat­tro punti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: