2L: Balerna, se son rose…FIORIranno! Steso l’Arbedo e capolista per una notte

Vince, convince, soffre e fa soffrire. Il Balerna disegnato dal proprio allenatore Simone Pichierri sembra potersi adattare con buoni risultati a chiunque gli si presenti davanti. Al termine del quinto turno di Seconda Lega i neroblù sorridono e lo fanno a trentadue denti. Una notte in solitaria da prima della classe, a Balerna, non capitava da un po’.

In casa dell’Arbedo di Manuel Rivera, reduce dalla sconfitta nel big match contro il Rapid Lugano, i momò hanno premuto da subito forte sull’acceleratore: pronti, via ed è subito rete: Emanuele Fiori sfrutta al meglio un contropiede fulmineo e brucia Frigerio dopo nemmeno un minuto di gioco.

Emanuele Fiori – Balerna.JPG

L’Arbedo di Rivera non si scompone: prova a insidiare la metà campo avversaria con una trama di gioco incentrata sul mandare al tiro Simunac, ma la punta bellinzonese non riesce a uscire dalla gabbia costruita su misura da Righetti e Di Stefano.

Così, Quaresima e compagni si sono trovati costretti a cambiare i piani di gioco: palla sugli esterni e via in velocità. La fluida manovra dei padroni di casa, però, non trova gli esiti sperati. I tentativi dell’Arbedo sono respinti uno per uno da uno straordinario Martinazzo che tiene a galla i suoi.

La partita si anima ulteriormente nella ripresa. Il gioco rimane fermo per una ventina di minuti abbondanti per un grave infortunio a Decristophoris ( a cui vanno i migliori auguri di pronta guarigione della redazione), costretto a uscire in ambulanza.

Ambulanza

L’Arbedo prende coraggio: ci prova e ci riprova, ma gli uomini di Pichierri stringono i denti e si affidano alla velocità di Camilletti e l’estro di Reclari per tentare di allungare. Scoperto alla ricerca del gol, è proprio con la temibile verve offensiva neroblù che Minorini e compagni devono fare i conti. Da una palla recuperata da un instancabile Fiori nasce la rete dello 0-2 firmata da Samuele Preisig.

La compagine locale trova la rete della bandiera con una conclusione pregevole dalla distanza e ricomincia a prendere fiducia. All’Arbedo viene concesso un calcio di rigore che avrebbe potuto rimettere in parità il punteggio. Dal dischetto si presenta Simunac, ma la conclusione dell’ex Bellinzona viene neutralizzata da Martinazzo, autore di altri due-tre interventi decisivi ai fini del risultato.

Nei concitati minuti finali i padroni di casa rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Gallo, poi in nove per un’altra espulsione. Prima del triplice fischio il Balerna colpisce ancora. Una conclusione di Bernasconi respinta da Frigerio finisce sui piedi di Emanuele Fiori che, da fuori area, non ci pensa due volte e lascia partire il siluro che si insacca alla spalle dell’estremo difensore biancorosso.

Il Balerna balza al comando, almeno per una notte. L’Arbedo rimedia la seconda sconfitta consecutiva e precipita in classifica.

Segue FOTOGALLERY COMPLETA

*Tutte le foto sono di proprietà di Laborsport.com 

Mirco Martinazzo – Balerna 2.JPG

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: