SL: Al Lugano torna il sorriso

Il Lugano è tornato a Cornaredo e dopo il risultato utile con il Basilea, nell’ultima partita della gestione Abascal, ha trovato un meritato successo nella prima uscita interna con Celestini, Croci-Torti e Conte seduti in panchina.

Lugano sostanzialmente sornione nel corso dei primi 45′, ma spietato nel far tesoro di due micidiali transizioni che hanno portato prima Bottani e poi Junior a battere l’austriaco Stojanovic.

Lugano pimpante a centrocampo e molto veloce nell’esecuzione delle giocate chiave che hanno messo a nudo la lentezza della linea difensiva ospite. La squadra di Zeidler è partita col piglio giusto chiamando in causa Da Costa prima con Ben Khalifa e poi con Buess. Non semplici un paio di patate in tuffo del 32enne portiere bianconero che anche sul 2-0 ha risposto bene alle chiamate in causa.

Nella prima parte della ripresa, forte del vantaggio, il Lugano ha controllato il match impreziosendo il vantaggio con qualche giocata non sfuggita all’applauso del più assiduo frequentatore di Cornaredo. Il San Gallo non ha cambiato marcia ed è stato il Lugano a sfiorare il 3-0 prima con Gerndt e poi con Junior.

3-0 che è arrivato pochi minuti dopo sempre con Junior. Il San Gallo ha realizzato il gol della bandiera con Buess.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: