Riarena, mister Fanaro suona la carica: “Che entusiasmo il primo punto. Salvezza? Ci crediamo”

Lo scor­so wee­kend potreb­be segna­re un pun­to di svol­ta nel­la sta­gio­ne del Ria­re­na neo­pro­mos­so in Secon­da Lega. Dopo otto par­ti­te sen­za aver col­le­zio­na­to pun­ti, i locar­ne­si sono riu­sci­ti a cen­tra­re il pri­mo pun­to del­la sta­gio­ne con­tro un buon Rapid Lugano.

Abbia­mo inter­vi­sta­to l’al­le­na­to­re del Ria­re­na Fabri­zio Fana­ro per sen­ti­re come il suo grup­po ha accol­to il pri­mo pun­to stagionale.

“Ci vole­va pro­prio. È una libe­ra­zio­ne, è un pareg­gio che fa tan­to per il mora­le e che ripor­ta un po’ di entu­sia­smo. Era­va­mo entra­ti in un trend nega­ti­vo di scon­fit­te e quan­do entri in cer­ti vor­ti­ci poi è dif­fi­ci­le venir­ne fuori”.

Ti aspet­ta­vi que­ste difficoltà?

“Sì, cer­to, Sarei bugiar­do se dices­si di no. Attual­men­te ci sono rose mol­to più attrez­za­te del­la nostra. Il Ria­re­na sta pagan­do a caro prez­zo l’i­ne­spe­rien­za del­la cate­go­ria. Ma i gio­ca­to­ri stan­no impa­ran­do par­ti­ta dopo par­ti­ta. Pec­ca­to che il pri­mo pun­to sia arri­va­to “tar­di”.

La sal­vez­za come obiet­ti­vo: uto­pia o ci spe­ra­te ancora?

“Ci cre­dia­mo. Man­ca­no 17 par­ti­te e tut­to è anco­ra aper­to. Non dob­bia­mo fare l’er­ro­re di guar­da­re la clas­si­fi­ca. Dob­bia­mo pren­de­re par­ti­ta per par­ti­ta e alla fine tire­re­mo le som­me. Sono con­vin­to che la mia squa­dra pos­sa lascia­re l’ul­ti­ma posi­zio­ne in classifica”.

Come sta rea­gen­do la squa­dra emo­ti­va­men­te parlando?

“Il grup­po, nono­stan­te le otto scon­fit­te con­se­cu­ti­ve, è sem­pre rima­sto uni­to. È quin­di d’ob­bli­go fare un applau­so ai ragaz­zi che han­no la for­za di con­ti­nua­re a lavo­ra­re sere­na­men­te e tut­ti insie­me per l’u­ni­co nostro obiet­ti­vo, la salvezza”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: