Balerna, Pichierri non cerca alibi: “Sconfitta meritata e che deve servirci da lezione”

Se Ales­sio Righio gioi­sce all’in­do­ma­ni del­la dodi­ce­si­ma gior­na­ta di cam­pio­na­to (deci­ma per il Baler­na ndr), non è del­lo stes­so umo­re il suo col­le­ga nero­blù Simo­ne Picherri.

L’al­le­na­to­re del Baler­na, alla pri­ma scon­fit­ta sta­gio­na­le, non vuo­le cer­ca­re ali­bi nel­la scon­fit­ta, anche se “dopo 20 gior­ni sen­za par­ti­te era da met­te­re in con­to che avre­mo potu­to tro­va­re del­le dif­fi­col­tà sul rit­mo par­ti­te, sul­le distan­ze e sugli automatismi”.

Il mister momò non toglie meri­ti all’av­ver­sa­rio. “Sia­mo anda­ti sot­to subi­to e abbia­mo fati­ca­to mol­to a mano­vra­re. Il Mor­bio era più reat­ti­vo e affa­ma­to in tut­te le zone del cam­po e vin­ce­va gran par­te dei duelli”.

Pas­sa­re in svan­tag­gio in un der­by non è faci­le, in più il Baler­na ha “avu­to un atteg­gia­men­to poco sere­no e posi­ti­vo per poter gira­re una par­ti­ta del genere”.

A taglia­re le gam­be a Pic­cio­li e com­pa­gni è sta­to “il secon­do gol che ci ha fat­to inner­vo­si­re e per­de­re lucidità”.

La capo­li­sta, tut­ta­via, con­ser­va la pri­ma posi­zio­ne anche se il diva­rio con l’Ar­be­do si fa meno con­si­de­re­vo­le. “Que­sta par­ti­ta – dice Pichier­ri – ci deve far capi­re che non ci si guar­da indie­tro e che ogni par­ti­ta va gio­ca­ta al cen­to per cen­to con un atteg­gia­men­to più costrut­ti­vo anche di fron­te alle difficoltà”.

“Com­pli­men­ti – con­clu­de il tec­ni­co – al Mor­bio che ha vin­to con merito”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: