L’alfabeto di Laborsport: A come…Ardemagni

L’allievo di Vladimir Petkovic si è preso la responsabilità di tornare a sedersi sulla panchina del (suo) Mendrisio. Lo ha fatto in un 29 Settembre di battistiana memoria, 126 giorni dopo aver sfiorato l’impresa di scrivere il nome della (sua) squadra nella griglia delle finali.

Purtroppo, la bella storia non si è ripetuta, vittima di una crisi da rigetto che ha condizionato coloro che avrebbero dovuto supportarlo. Dopo 117 partite sulla panchina del club, Ardemagni si è fatto giustamente da parte lasciando un ricordo assolutamente positivo, ma al tempo stesso confermando che il problema della squadra non fosse l’allenatore.

Una resurrezione indiretta anche per Mattia Croci-Torti, fucilato in piazza da una società che lo aveva difeso ed elogiato soltanto 10 giorni prima dell’esonero. Ai due sfortunati allenatori di questa sciagurata prima parte di campionato del FC Mendrisio auguriamo un Natale sereno e una pronta riscossa professionale.

One thought on “L’alfabeto di Laborsport: A come…Ardemagni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: