L’Alfabeto di Laborsport: H come Hofmann. Il promesso sposo dello Zugo

Èvero, nelle precedenti puntate dell’Alfabeto di Laborsport.com viabbiamo abituato a personaggi “nostrani”, quelli che animano e rendono vivo il nostro amato calcio regionale.

Oggi, però, vuoi per una lettera “strana”, la H, vuoi per restare in scia all’attualità parliamo di un personaggio che con il calcio regionale ha poco a che fare.

H come… Hofmann: l’Hockeista più chiacchierato del momento. Stella del HC Lugano, il giovane talento ticinese sta facendo discutere dopo aver ufficialmente rifiutato l’offerta (sostanziosa) del club biancogiallonero.

L’ex Ambrì e Davos, a Lugano dal 2015, è finora autore di 23 punti in NLA con i sottocenerini. Da qualche giorno, infatti, “Greg” ha spazzato via tutti i dubbi: il suo futuro sarà lontano da Lugano e dal Ticino. Si è infatti legato allo Zugo facendo non poco discutere gli accaniti supporter biancogialloneri.

A far discutere, oltre all’ovvia delusione di chi la “vecchia” Resega la frequenta abitualmente, è stata la comunicazione del trasferimento. In tanti si sono chiesti se fosse giusta la giusta del giocatore e del Lugano di comunicare la perdita di uno dei migliori giocatori a nemmeno metà stagione. Una scelta, quella che va a sommarsi alla certa partenza di Elvis Merzlikins, che crea qualche (giustificata?) apprensione nei tifosi del Lugano.

Hofmann, però, ha dichiarato di “voler dare il massimo fino a quando indosserà la casacca del Lugano”. Dichiarazioni che hanno trovato conferma nel derby contro l’Ambrì di ieri sera, match nel quale l’ormai promesso sposo dello Zugo è andato a segno nel 5-2 finale. La domanda a questo punto è: riuscirà ancora Hofmann a incidere come sua abitudine anche nonostante il contratto firmato oltre Gottardo?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: