L’Alfabeto di Laborsport: U come… Ufficiale, Noseda saluta il Castello

L’Alfabeto di Laborsport torna oggi con il terz’ultimo appuntamento ed è dedicato ad una notizia Ufficiale.

Dopo soli 6 mesi infatti è già giunta al termine l’avventura di Stefano Noseda con la maglia biancorossa del Castello. 6 presenze 9 gol subiti: questo il riassunto del girone di andata dell’ex portiere di Chiasso, Paradiso e Arbedo, tra le altre.

Secondo nostre informazioni, la società del Castello avrebbe deciso di separarsi dal “Nose” a causa dei continui problemi fisici che lo hanno tormentato lungo il girone di andata e che non gli hanno permesso di esprimersi al massimo del proprio potenziale. Il portiere italiano è infatti stato vittima di problemi alla schiena, a causa dei quali non è riuscito ad allenarsi con continuità e che hanno costretto mister Stefani a dover puntare per buona parte dell’andata sul giovane Lorenzo Maddaloni.

Potrebbe dunque trattarsi di una buona opportunità per le squadre che cercano un portiere che, al netto dei problemi fisici, ha sempre dimostrato una serietà ed una professionalità incredibili, nonché una grande affidabilità. Certo, alla soglia dei 34 anni non deve essere facile rimettersi in gioco dopo una delusione del genere ma a parer nostro, nel calcio regionale, un posto per un portiere con un curriculum simile (5 presenze in Challenge League e 1 presenza in Coppa Svizzera) dovrebbe sempre esserci.

È per questo che la redazione di Laborsport augura a Stefano di tornare presto ad indossare nuovamente i guantoni e di tornare lì dove gli spetta, in mezzo ai pali.

One thought on “L’Alfabeto di Laborsport: U come… Ufficiale, Noseda saluta il Castello

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: