Sessa, Mariniello: “Bühler e ‘Tita’ occasione unica. Cercherò di apprendere da loro”

È un Andrea Mari­niel­lo sere­no e moti­va­to quel­lo che inter­vi­stia­mo a poche ore di distan­za dal­la noti­zia dal suo “allon­ta­na­men­to” dal­la pan­chi­na del Ses­sa per fare spa­zio al tan­dem Bühler-Colombo.

Par­la­re di allon­ta­na­men­to è ecces­si­vo, per­ché Mari­niel­lo con­ti­nue­rà a fare par­te del­lo staff tec­ni­co del Sessa.

“A dire il vero – ci dice – la socie­tà ha deci­so di sepa­rar­si solo dal mio staff, al qua­le va un rin­gra­zia­men­to per l’im­pe­gno che han­no dimo­stra­to, ma si sa che il cal­cio è fat­to di occa­sio­ni e due alle­na­to­ri come Mischa e Tita a Ses­sa era un’oc­ca­sio­ne da non lasciar­si fug­gi­re. Ovvia­men­te sen­za nul­la toglie­re a chi, come me, ci ha mes­so la voglia di far rina­sce­re que­sta società”.

Mari­niel­lo si dice sod­di­sfat­to del ren­di­men­to del­la ‘sua’ squa­dra nel giro­ne d’an­da­ta: “Mi sen­to di aver rispet­ta­to tut­ti i palet­ti che mi ero pre­fis­sa­to. A livel­lo di clas­si­fi­ca pote­va­mo fare meglio, ma con una squa­dra nata da pochi mesi non è faci­le cen­tra­re subi­to i risultati”.

“Con­ti­nue­rò a segui­re il Ses­sa come assi­sten­te, cer­can­do di “ruba­re” il più pos­si­bi­le dagli alle­na­to­ri per miglio­ra­re e cre­sce­re anco­ra in que­sto sport”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: