Caos Calcio: appunti di resistenza (5). FC Chiasso: al via una seconda fase piena di incognite

Quella che inizierà sabato prossimo al Lipo Park di Sciaffusa sarà con ogni probabilità una seconda fase di campionato molto complessa per il FC Chiasso. Ultimo club rimasto a difendere i colori ticinesi in Challenge League, il sodalizio rossoblu affronterà le 18 partite in quello che la stampa d’oltre Gottardo ha definito come un torneo a due squadre per evitare la relegazione. Attorno al calcio si dice circolino fama, soldi, gloria, donne, egocentrismo. Tanto, difficilmente si verranno a conoscere i (veri) motivi ed annessi meccanismi psicologici che hanno sovrainteso alla “creatività” della dirigenza che ha operato sul mercato con le intenzioni di salvare il salvabile, laddove ancora una volta sono emerse lacune di natura programmatica e carenze di professionalità.

Il quadrimestre di riparazione del FC Chiasso, dopo una prima pagella stracolma di insufficienze, ripartirà con un occhio al calendario che sembra destare più di una preoccupazione: Sciaffusa, Servette, Aarau e Winterthur saranno – alternativamente fuori e in casa – le prime quattro avversarie della squadra di Manzo che poi si giocherà un primo confronto diretto con il Kriens al Riva IV il 3 di marzo. Il club ha rinunciato ad un totale di 45 presenze e una rete cedendo giocatori che non entreranno a far parte della storia e di cui i più rappresentativi sono Kabacalman, Gennari e Rey.

Sul fronte arrivi, a fianco dei nuovi tutti da scoprire, vanno annotati quelli di Malvino, Milosavljevic e Manicone che in Ticino hanno goduto di abbondante popolarità.

Passando ai raggi X le cinque precedenti stagioni del Chiasso, va scritto che peggio dei 15 punti messi insieme da Mangiarratti e Manzo fecero Ramella e Komornicky nella stagione 2013-2014, iniziata con 4 sconfitte e conclusa con i 22 punti conquistati da Gianluca Zambrotta: risultato che nell’arco temporale preso in considerazione rappresenta il miglior risultato del Chiasso post autunnale.  Nelle ultime sei stagioni, il Chiasso ha concluso la prima fase con 11-19-21-15-23 e 15 punti mettendone insieme nel ritorno 22-20-16-21-13 con un record di 39 punti complessivi nella stagione 2014-2015.

Ci si attende ora di essere stupiti dal campo e i tifosi rimasti si augurano di poter tornare a divertirsi. La fiducia non manca, ma a margine di quello che ci diranno risultati e classifica sarebbe auspicabile cogliere negli intenti della società la volontà di costruire qualcosa destinato a durare e a non essere stravolto ogni quattro mesi.

Arrivi: Fábio Gomes (Team Vaud U21/1.L.), Matias Malvino (Municipal/GUA), Carlo Manicone (FC Lugano), Nikola Milosavljevic (FC Winterthur), Holifryde Nsiala (FC Winterthur U21/1.L.), Ambre Nsumbu (?), Faisal Osman (Kumasi Young Vipers/GHA), Gabriele Perico (Livorno/ITA/3.D.), Rodrigo Pollero (Arsenal de Sarandi/ARG)

Partenze: Patrick Carvalho (Al Akhdoud/SAU/3.D.), Tommy Chuck (?), Bruno Gennari (?), Yanick Guerchadi (FC Mendrisio/1.L.), Ali Kabacalman (FC Rapperswil), Antoine Rey (FC Mendrisio/1.L.), Chitchanok Xaysensourinthone (Nakhon Ratchasima/THA)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: