Coppa Ticino: Cadenazzo, così fa male. Un’autorete consegna i quarti al Rapid

Cer­te vol­te fa più male che altre. Vero, veris­si­mo. Per­ché veder­si sfu­ma­re la pos­si­bi­li­tà di acce­de­re ai Quar­ti di fina­le di Cop­pa Tici­no al 120′, e non è un modo di dire, fa male, malissimo.

Il Cade­naz­zo di mister Ber­ri­che ha por­ta­to il Rapid Luga­no ai tem­pi sup­ple­men­ta­ri dopo aver gio­ca­to in 10′ dal 74′ per l’e­spul­sio­ne (som­ma di ammo­ni­zio­ni) di Rasi­mi. Cuo­re e grin­ta han­no per­mes­so però a Laman­na e com­pa­gni di resi­ste­re alle avan­za­te dei padro­ni di casa.

La sfi­da tra Rapid Luga­no e Cade­naz­zo sem­bra­va desti­na­ta alla lot­te­ria dei rigo­ri, ma ecco la bef­fa. Al 120′ Lafran­chi met­te erro­nea­men­te la pal­la nel­la sua por­ta e con­se­gna il bigliet­to per i quar­ti agli uomi­ni di Sha­la sen­za pas­sa­re dai rigori.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: