CaosCalcio: appunti di resistenza (13) Chi la dura la vince: il progetto Balerna tra pazienza e speranza

Nien­te cal­cio di SFL nel pri­mo wee­kend di pri­ma­ve­ra, ser­vi­to alle ven­ti squa­dre del­la Lega per gio­ca­re un test match e per sca­ri­ca­re un po’ di ten­sio­ne pri­ma di pre­pa­ra­re le ulti­me sca­la­te. Pul­sa inve­ce il movi­men­to del cal­cio regio­na­le e bat­te sem­pre più for­te il cuo­re del Baler­na che supe­ra­to l’o­sta­co­lo Gam­ba­ro­gno (pri­ma scon­fit­ta dopo 152 gior­ni da 8 vit­to­rie, 1 pareg­gio e 2 sole reti subi­te) rima­ne anco­ra­to alla vet­ta di una clas­si­fi­ca che le pri­me tre gior­na­te del giro­ne di ritor­no han­no modi­fi­ca­to a tut­to van­tag­gio dei ragaz­zi di Simo­ne Pichier­ri.

Come sem­pre, quan­do davan­ti ci si ritro­va una mez­za sor­pre­sa, i più anzia­ni acco­mo­da­ti sul­le sedie di una buvet­te, imma­gi­na­no sem­pre che “i voeu­ran mia na’ sù’ ”. La favo­la, che si span­de di regio­ne in regio­ne è la stes­sa dei vec­chiet­ti che all’om­bra dei Castel­li san­no già che “ul Sta­de Losann i voeu­ran mia na’ sù’ ” men­tre qual­cu­no al “nara’ mia giò” per­ché qual­cu­n’al­tro “al ga’ mia i danee par naa­van­ti”.

È quan­to di più puro e umi­le sia rima­sto intor­no a que­sto sport che di con­tro ha lan­cia­to una clas­se diri­gen­te volen­te­ro­sa di vola­re sen­za ave­re le ali. Non è pro­prio il caso del soda­li­zio del Pre­si­den­te Bal­le­ri­ni, club gesti­to da un grup­po di veri appas­sio­na­ti che insie­me al cal­cio, masti­ca anche di eco­no­mia (nel vero sen­so del­la paro­la) e di pro­fon­do rispet­to per gli aspet­ti uma­ni e socia­li che con­tri­bui­sco­no a miglio­ra­re le qua­li­tà di un gio­ca­to­re.

Oggi, par­la­re di Baler­na signi­fi­ca gra­ti­fi­ca­re la vec­chia scuo­la tici­ne­se che tie­ne i pie­di per ter­ra e che non ama appa­ri­re oltre i meri­ti che sono già scrit­ti qua­lo­ra vin­ci le par­ti­te. Ci pro­ve­ran­no in mol­ti a fer­ma­re la ban­da di Pic­cio­li e Migliet­ta ed é giu­sto che sia così, tan­to più che ci sono anco­ra tren­ta pun­ti da con­qui­sta­re.

La vit­to­ria dei nero­blù con­tro il Gam­ba­ro­gno por­ta la fir­ma del 31enne Maki la cui ter­za rete sta­gio­na­le è sta­ta pesan­tis­si­ma tan­to quan­to il desti­no del­la squa­dra di Pesche­ra, infran­to con­tro un palo a par­ti­ta ter­mi­na­ta. Il Baler­na di Pichier­ri, costrui­to sul­le fon­da­men­ta del­la semi­na get­ta­ta da Mat­tia Cro­ci-Tor­ti, sem­bra pos­se­de­re tut­te le carat­te­ri­sti­che che ser­vo­no per por­ta­re a ter­mi­ne la mis­sio­ne: qua­li­tà che han­no con­sen­ti­to di vin­ce­re anche il deli­ca­to con­fron­to diret­to di saba­to scor­so con­tro la squa­dra più in for­ma degli ulti­mi mesi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: