1L: Mendrisio, un pomeriggio Amar (Sabanovic). Al Comunale fa festa il Linth

La stagione del Mendrisio sembra segnata. In una partita nella quale si è di fatto giocato in una sola metacampo la squadra di Bettinelli ha incassato la terza (immeritata) sconfitta del ritorno. Un vero peccato perché il Linth si è ritrovato in doppio vantaggio alla pausa senza averlo meritato.

Mendrisio Linth

Nettissimo il fallo da rigore di Kabamba che ha permesso a Sabanovic di sbloccare il risultato, ma ancor più netto il fallo del portiere zurighese su Franzese sul quale un arbitro fuori contesto ha pensato bene di chiudere gli occhi. Dopo un gol annullato a Franzese e un paio di decisioni al contrario che hanno penalizzato il Mendrisio, la squadra di Schwegler ha raddoppiato con un colpo di testa di Sabanovic da azione di calcio d’angolo con le marcature non perfette e la debole conclusione che ha beffato Cataldo. Nella ripresa il Mendrisio non si è arreso, ma un altro episodio sfavorevole punisce i padroni di casa e spezza qualsiasi desiderio di rimonta. Padula, da solo davanti alla porta, cerca di rinviare; colpisce la testa di Kabamba e la palla va dentro per il 0-3. Anche nella ripresa, gli uomini di Bettinelli avrebbero meritato di più dei gialloneri.

Curiosità: Quella di Amar Sabanovic è la quarta doppietta in campionato in questa stagione. L’ex promessa del GC vola quindi a 17 reti in 18 partite in Prima Lega Classic. Sugli spalti vi era anche il presidente del Lugano Angelo Renzetti.

Migliore in campo, malgrado il risultato, il 18enne Aaron Minelli, alla prima da titolare e alla seconda partita in assoluto con il Mendrisio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: