2L: Balerna, scatta l’ora del big match

La ten­sio­ne al cam­po Comu­na­le di Baler­na la si taglia con il col­tel­lo. La sen­sa­zio­ne che si pro­va ad esse­re scon­fit­ti, la squa­dra di Simo­ne Pichier­ri non la cono­sce­va da un po’, per­lo­me­no in cam­pio­na­to.

Ci ha dovu­to pen­sa­re il Lema (Quar­ta Lega) a ripor­ta­re i nero­blù con i pie­di per ter­ra eli­mi­nan­do­li dal­la Cop­pa Tici­no. Sen­sa­zio­ne ama­ra, ama­ris­si­ma. Ma che for­se arri­va nel momen­to più impor­tan­te del­la sta­gio­ne: dove c’è biso­gno del­la mas­si­ma con­cen­tra­zio­ne per non vani­fi­ca­re tut­to quel­lo che di buo­no si è costrui­to.

A Baler­na si lavo­ra inten­sa­men­te per­ché, mal­gra­do la scon­fit­ta in Cop­pa Tici­no, c’è un big match da pre­pa­ra­re. Dome­ni­ca mat­ti­na (10:15) arri­va l’Ar­be­do voglio­so di far risul­ta­to dopo una serie di par­ti­te, dal pun­to di vista del pun­teg­gio, non esal­tan­ti. Dove­va esse­re pri­ma con­tro secon­da: la sfi­da più atte­sa del­l’an­no, ma la clas­si­fi­ca è leg­ger­men­te muta­ta.

Non è muta­ta però l’at­te­sa, sem­pre tan­ta in par­ti­te di gene­re. Già, per­ché il Baler­na ha l’oc­ca­sio­ne di por­tar­si a +12 dai riva­li già scon­fit­ti all’an­da­ta e met­te­re una seria ipo­te­ca sul­la vit­to­ria fina­le. Ma dal­l’al­tra par­te c’è un Arbe­do che di mol­la­re non ha nes­su­na voglia e se vuo­le reci­ta­re un ruo­lo da pro­ta­go­ni­sta anche nel­le restan­ti otto par­ti­te deve comin­cia­re da Baler­na.

Il match di anda­ta

Era il 21 set­tem­bre del 2018, quan­do Arbe­do e Baler­na si sono incro­cia­te per la sfi­da d’an­da­ta al Pon­te di Arbe­do. Fu in quel­l’oc­ca­sio­ne che i momò mise­ro la frec­cia e pre­se­ro il coman­do del­la clas­si­fi­ca pro­prio a sca­pi­to dei bel­lin­zo­ne­si. In quel­l’oc­ca­sio­ne finì 1–3 per la for­ma­zio­ne di Pichier­ri, anda­ta a segno con Fio­ri (2) e Pre­i­sig. L’u­ni­ca rete dei bian­co­ros­si fu di Siquei­ra.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: