2L: L’Arbedo travolge il Balerna: il big match finisce 1-3

È una settimana nera quella appena conclusasi per il Balerna di Simone Pichierri. Dopo l’eliminazione in Coppa Ticino per mano del Lema, la capolista di Seconda Lega è caduta anche in campionato perdendo l’imbattibilità che durava dal 10 novembre 2018.

Presentatosi in campo con alcune sorprese, il Balerna ha ceduto all’Arbedo di Rivera permettendo al Gambarogno di riavvicinarsi alla vetta e rimettendo in corsa proprio i bellinzonesi.

La squadra di Rivera è stata cinica: ha sfruttato come meglio non poteva le occasioni avute e ha dominato la guerra delle prime palle, al cospetto dei momò apparsi spenti e privi di idee rispetto a quanto ci ha abituato.

Al 23′ è Simic a trafiggere per la prima volta Martinazzo con una conclusione da fuori area infilatosi sotto al sette. Lo 0-2 è arrivato nel momento peggiore per incassare un gol: al 44′ i bellinzonesi raddoppiano con Caminos, abile a insaccare di testa dopo una parata provvidenziale dell’estremo difensore locale.

Al 53′ altro blackout della difesa momò: in impostazione il Balerna sbaglia e regala l’occasione a Gallo che a tu per tu con il portiere non sbaglia a sigla il momentaneo 0-3. Il Balerna non ci sta e solo sotto di tre reti cambia faccia. Pichierri inserisce l’artiglieria pesante e cambia l’inerzia della gara.

L’appena entrato Sidari realizza quello che può essere considerato il gol più veloce di un subentrato nella storia della Seconda Lega. Entrato prima di un calcio d’angolo, il capitano momò trova l’inzuccata per rianimare i suoi. Ma la rimonta rimane incompleta…

Secondo KO in campionato per il Balerna, il secondo (Coppa Ticino inclusa) nel giro di una settimana. L’Arbedo ritrova il sorriso e si riappropria del terzo posto.

Segue fotogallery

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: