3L: Pura, mister Zaccariotto suona la carica: “Col Rancate servono le 3 C. Arrancheremo, ma non saremo mai morti”

Dome­ni­ca pome­rig­gio, il Pura di mister Zac­ca­riot­to ospi­te­rà la squa­dra più in for­ma del giro­ne di ritor­no: il Ran­ca­te di Alber­to Regaz­zo­ni che a suon di vit­to­rie ha sapu­to ria­ni­ma­re la cor­sa al ver­ti­ce del Grup­po 1 di Ter­za Lega.

Pri­ma del­la pau­sa per la Pasqua, il Pura ha otte­nu­to tre fon­da­men­ta­li pun­ti in casa del Riva, trion­fan­do per 2–3 una par­ti­ta che per­de­va 2–0. “La vit­to­ria di Riva – ci dice il mister del Pura – ci ha dato un po’ di fidu­cia che sta­va­mo per­den­do. Pur­trop­po, però, sia­mo con la coper­ta cor­ta. Spe­ro di recu­pe­ra­re qual­che gio­ca­to­re per le pros­si­me par­ti­te”.

Il Pura, ter­zul­ti­mo in clas­si­fi­ca,  è distan­te due pun­ti dal Riva e altret­tan­ti ne van­ta dal Mon­te­ce­ne­ri di Bor­sie­ri, attual­men­te al penul­ti­mo posto davan­ti al Bre­gan­zo­na. “Il mio pun­to di vista – con­ti­nua – è guar­da­re sem­pre avan­ti, mai indie­tro. Per­ché guar­da­re indie­tro vuol dire che si teme cosa suc­ce­de. Per ades­so il desti­no è anco­ra nel­le nostre mani e quin­di è impor­tan­te guar­da­re avan­ti. Da dome­ni­ca vedre­mo in che posi­zio­ne sare­mo”.

A fron­te del­le assen­ze, il Pura è pron­to ad ospi­ta­re il Ran­ca­te, a sua vol­ta con­fron­ta­to con una situa­zio­ne d’e­mer­gen­za in ter­mi­ni di con­tin­gen­te. “Con­tro i momò – spie­ga Zac­ca­riot­to – ser­vi­rà la rego­le del­le 3C: Con­cen­tra­zio­ne, corag­gio e cuo­re. Se poi al posto del corag­gio ci met­tia­mo i fami­ge­ra­ti “cogl***i” va bene lo stes­so. Il prin­ci­pio non cam­bia. Se rie­sco a tra­smet­te­re que­sto alla squa­dra, allo­ra, potrem­mo far­ci un bel rega­lo”.

Ma la sta­gio­ne del Pura è in linea con le aspet­ta­ti­ve di ini­zio sta­gio­ne? “Secon­do me – con­clu­de il tec­ni­co gial­lo­ne­ro – no. Vole­va­mo e voglia­mo la sal­vez­za come pri­mo obiet­ti­vo sta­gio­na­le, ma non a que­ste con­di­zio­ni. Fino a que­sto momen­to sia­mo sta­ti con­fron­ta­ti a trop­pi impre­vi­sti, infor­tu­ni e assen­ze ci stan­no con­di­zio­nan­do alle­na­men­ti e par­ti­te, ho sem­pre dovu­to schie­ra­re for­ma­zio­ni diver­se e per que­sto moti­vo non c’è una con­ti­nui­tà. Arran­che­re­mo ma non sare­mo mai mor­ti”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: