4L: Ligornetto, poker al Bioggio per un sogno chiamato promozione

Sono gior­na­te da vive­re inten­sa­men­te quel­le che rega­la il Grup­po 1 di Quar­ta Lega. Se nes­su­no, Bas­so Cere­sio esclu­so, ha sapu­to fre­na­re la cor­sa del­l’A­gno capo­li­sta, die­tro ai bian­co­ros­si la lot­ta per la secon­da posi­zio­ne è più ser­ra­ta che mai con cin­que squa­dre in lot­ta per la piaz­za d’onore.

Con la Cam­pio­ne­se capa­ce di fer­ma­re lo Stel­la Capria­sca per poter dire la sua nel­la maxi-lot­ta al secon­do posto, ne appro­fit­ta solo il Ligor­net­to di mister Rava­ni. Nel­lo scon­tro diret­to in casa del Biog­gio, i gial­lo­ne­ri si sono impo­sti per 1–4 al ter­mi­ne di una par­ti­ta par­ti­co­lar­men­te ric­ca di emozioni.

Gli ospi­ti si sono por­ta­ti avan­ti gra­zie a un’au­to­re­te di Caver­za­si al 27′. Per assi­ste­re a una nuo­va rete si è dovu­to atten­de­re il 72′, quan­do dopo esse­re pas­sa­to in supe­rio­ri­tà nume­ri­ca, il Ligor­net­to ha tro­va­to il bis con Soragni.

A die­ci minu­ti dal ter­mi­ne, anche i momò sono rima­sti in die­ci per l’e­spul­sio­ne (som­ma di ammo­ni­zio­ni) di Ciul­lo, ma sei minu­ti dopo il Biog­gio si è visto estrar­re un nuo­vo car­tel­li­no ros­so. Su cal­cio di rigo­re, Kenik fir­ma il momen­ta­neo 0–3 che met­te al sicu­ro i tre pun­ti per la for­ma­zio­ne di Ravani.

Emo­zio­ni fini­te? Nem­me­no per sogno: il Biog­gi rea­liz­za la rete del­la ban­die­ra all’89′ con Lei­di, ma il Ligor­net­to chiu­de defi­ni­ti­va­men­te i gio­chi con il sigil­lo di Savo al pri­mo minu­to di recupero.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: