Cademario, Zanotti: “Mi manca Donati. Adesso servono le palle”

Il Cademario è stato trascinato nella bagarre retrocessione. Dopo una serie di risultati non entusiasmanti, la compagine di Matteo Zanotti è chiamata a tirare fuori gli artigli per tentare di salvarsi in Seconda Lega, categoria conquistata la scorsa estate al termine di una cavalcata impressionante in Terza.

“Diciamo – ci dice Zanotti – che ci sono stati giorni migliori, ma siamo convinti che uniti ce la possiamo fare. Ora abbiamo recuperato quasi tutti gli infortunati, purtroppo le amichevoli invernali hanno fatto qualche disastro. Ad Ascona abbiamo recuperato Fenini e Casanova, due giocatori di categoria che ci sono mancati molto. Purtroppo durante un’amichevole invernale abbiamo perso Donati, perno del centrocampo . Si è operato venerdì e gli faccio in bocca al lupo per una pronta guarigione”.

La delusione a Cademario non la fa da padrona, ma è comunque presente. “Nessuno pensava che dopo il (buon, aggiungiamo noi) girone d’andata fossimo già salvi. Speravamo di fare qualche punto in più, ma così non è andata”.

E ora? Come si esce da questa situazione? “Se ne esce – risponde Zanotti – con le palle e con la forza del gruppo. Dall’inizio del ritorno ci sono giocatori che non stanno giocando al meglio. Ora stiamo recuperando tutti e siamo pronti per le ultime cinque battaglie”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: