Peschera: “Soddisfatti, ma testa al Morbio. Dobbiamo recuperare le energie fisiche e nervose”

Il Gam­ba­ro­gno-Con­to­ne di Tazio Pesche­ra ha supe­ra­to non sen­za pro­ble­mi il Castel­lo nel quar­to di fina­le di Cop­pa Tici­no per 4–3. Per strap­pa­re un posto tra le quat­tro pro­ta­go­ni­ste del­la com­pe­ti­zio­ne, i ros­so­ne­ri han­no dovu­to atten­de­re i tem­pi sup­ple­men­ta­ri.

“C’è gran­de sod­di­sfa­zio­ne – ci dice Pesche­ra –, soprat­tut­to per il modo in cui sia­mo riu­sci­ti a supe­ra­re le dif­fi­col­tà che il Castel­lo ci ha crea­to. I ragaz­zi sono sta­ti anco­ra una vol­ta enco­mia­bi­li nel vole­re supe­ra­re il tur­no, ma sia­mo anche mol­to rea­li­sti: abbia­mo sola­men­te rag­giun­to la semi­fi­na­le insie­me a Rapid, Semen­ti­na e Vedeg­gio. E come loro restia­mo in cor­sa per lo stes­so iden­ti­co obiet­ti­vo”.

Il Gam­ba­ro­gno ora si rituf­fa coi pen­sie­ri al cam­pio­na­to di Secon­da Lega, dove occu­pa la secon­da posi­zio­ne a soli due pun­ti di svan­tag­gio dal Baler­na capo­li­sta. “Quel­la di Mor­bio – affer­ma l’al­le­na­to­re ros­so­ne­ro – sarà una tra­sfer­ta dif­fi­ci­lis­si­ma. Pri­ma dovre­mo recu­pe­ra­re al meglio le ener­gie fisi­che e ner­vo­se dopo que­sti 120′ fat­ti a gran­de inten­si­tà”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: