Chiasso, esclusi gli uomini di Bengondo. Scelte politiche dietro alla formazione di Manzo?

Da ilmiochiasso.ch

Passate un po’ inosservate dopo la vittoria casalinga contro il Rapperswil, le scelte di Manzo tornano ora a far discutere l’indomani della partita di Winterthur.

Guardando la formazione schierata e i giocatori a disposizione del mister rossoblu salta subito all’occhio la seconda esclusione consecutiva di Milinceanu, Mossi, Gomes, Nsiala e Nsumbu.

Stendendo un velo pietoso sugli ultimi due, che probabilmente faticherebbero in seconda lega (più che giusta quindi la scelta di non affidarsi a loro), un po’ più strane sono le defezioni di Mossi e Milinceanu, da sempre tra gli “intoccabili”.

Il Chiasso può fare a meno di loro? Certamente sì, ma dopo averli utilizzati praticamente sempre, fa un po’ specie vederli ai margini proprio nelle ultime decisive partite.
Andando più a fondo si scopre poi che tutti e 5 i giocatori in questione fanno parte della scuderia Bengondo, procuratore che ha diviso la piazza chiassese nell’ultimo anno.

Una scelta (forse più “politica” che tecnica e probabilmente nemmeno del mister) quindi, che alla luce di questo appare più logica, considerando che l’attaccante e il portiere sapranno probabilmente già di non più vestire la maglia rossoblu la prossima stagione e che quindi potrebbero non sentire troppo il bisogno di dare qualcosa in più per ottenere la salvezza.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: