Fusella, il para rigori: “Super felice, ma con la consapevolezza che si può fare di più”

Chiamatelo “Acchiappa sogni”, “Spiderman”, “L’uomo ragno” o come volete. Francesco Fusella, portiere dell’Insubrica, è semplicemente un portiere che si diverte a… parare rigori. Un vero e proprio incubo per chi si presenta dal dischetto. Dei sette rigori fischiati a sfavore dell’Insubrica in questa stagione, Fusella ne ha neutralizzati ben cinque. E un altro lo ha solo deviato nella sfida contro il Pura. Numeri da capogiro.

Fusella e i suoi interventi hanno aiutato la società del presidente Bianchi a salvarsi in Terza Lega da neopromossi. “Un traguardo storico per una piccola società come la nostra”, ci dice Fusella.

“Siamo molto felici di avere raggiunto l’obbiettivo prefissato ad inizio stagione , anche se personalmente coltivo un senso di amarezza perché con la squadra al completo tra andata e ritorno avremmo potuto lottare anche noi per i piani alti , ma per infortuni e assenze questo non è stato possibile. Super felice, insomma, ma con la consapevolezza che si può fare di più “.

E ancora: “Per il mio record sicuramente devo ringraziare i miei compagni che mi procurano tanti rigori. A parte gli scherzi , chi mi conosce sa che sono una persona molto professionale e con dedizione al lavoro , ma anche il primo a ridere e scherzare. Ho avuto un ottimo mister portieri quest’anno , lo ringrazio e gli faccio un grosso in bocca al lupo per la sua nuova esperienza con la prima squadra del Mendrisio”.

Ma cosa si aspetta Fusella dalle ultime tre partite? “Con la salvezza matematica in mano – conclude – abbiamo la possibilità di giocare queste ultime 3 partite con la testa serena , ma con la voglia e la volontà di poterci piazzare più in alto possibile. Solo entrando in campo con questa mentalità possiamo divertirci e toglierci qualche soddisfazione”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: