Zanzi: “Futuro? Vediamo, ma al Milan sto bene. E sogno la Nazionale”

Fran­ce­sca Zan­zi, por­tie­re del Milan Fem­mi­ni­le, ha da poche set­ti­ma­ne chiu­so il pri­mo anno in maglia ros­so­ne­ra. Nel gior­no del­lo scio­pe­ro del­le don­ne e in con­co­mi­tan­za con  Mon­dia­li fem­mi­ni­li di cal­cio, con la cal­cia­tri­ce di Ran­ca­te abbia­mo scam­bia­to due paro­le su pas­sa­to, pre­sen­te e futuro.

SUL MILAN:

“È sta­ta un’an­na­ta inten­sa, fino all’ul­ti­mo ci sia­mo gio­ca­te tut­to, Cam­pio­na­to e Cop­pa Ita­lia. Pos­so dire di esse­re sod­di­sfat­ta del­la sta­gio­ne, anche se si può sem­pre fare meglio. Abbia­mo sba­glia­to qual­che par­ti­ta impor­tan­te ma sia­mo riu­sci­te in ogni caso a dire la nostra. Sem­pre tenen­do con­to che il Milan era il pri­mo anno in A, quin­di era un ambien­te nuo­vo, un ambien­te che anco­ra dove­va pren­de­re for­ma. E anche sen­za dimen­ti­ca­re che ad ini­zio anno c’è sta­to il cam­bio di socie­tà, quin­di alcu­ne cose sono cam­bia­te. Ma per­so­nal­men­te sono sod­di­sfat­ta del mio per­cor­so, sono cre­sciu­ta tan­to e spe­ro di con­ti­nua­re a miglio­ra­re per toglier­mi tan­te soddisfazioni”.

SUL FUTURO:

“Non lo so, vedre­mo. Pos­so dire che al Milan sto bene ed ho un altro anno di con­trat­to e che ci sono pro­get­ti seri ed impor­tan­ti per il futu­ro. Inol­tre sono vici­no a casa, alla mia fami­glia ed ai miei ami­ci, che sono la cosa più impor­tan­te per me”.

SUL MONDIALE FEMMINILE:

“Sto seguen­do le mie com­pa­gne e fac­cio il tifo per loro. Il cal­cio fem­mi­ni­le sta cre­scen­do, ed è sot­to l’oc­chio di tut­ti, il mon­dia­le dà visi­bi­li­tà e lo farà cre­sce­re ulte­rior­men­te. Un gior­no pia­ce­reb­be anche a me gio­ca­re un mon­dia­le, per me sareb­be un sogno, ma soprat­tut­to un ono­re, indos­sa­re la maglia del­la Nazio­na­le. Vedre­mo in futu­ro se arri­ve­rà la chiamata.…”.

SUL BALERNA

“Quan­do sono a casa cer­co sem­pre di seguir­le, ogni vol­ta che pos­so vado a veder­le. Que­st’an­no han­no fat­to mol­to bene (sono arri­va­te ter­ze) e sono con­vin­ta che l’an­no pros­si­mo faran­no anco­ra meglio. Tor­na­re su quel cam­po mi fa pen­sa­re a tan­te cose ed ogni vol­ta mi emo­zio­no. Non pos­so dimen­ti­ca­re i die­ci anni pas­sa­ti lì, mi han­no dato tan­to, mi han­no fat­to cre­sce­re, pian­ge­re e gioi­re. Se oggi sto rea­liz­zan­do il mio sogno devo dire gra­zie a tut­te le mie ex com­pa­gne e a tut­to lo staff del Baler­na che mi ha accom­pa­gna­to nei miei lun­ghi die­ci anni di permanenza”.

SULLA SCUOLA (Fran­ce­sca è lau­rea­ta in Mana­ge­ment del­lo Sport ed è attual­men­te al pri­mo anno di Lau­rea Magi­stra­le in Gestio­ne d’Im­pre­sa e del­le tec­no­lo­gie digitali)

“Con­ci­lia­re cal­cio e scuo­la non è sem­pre faci­le, il tem­po a dispo­si­zio­ne non è tan­to, ma cer­co sem­pre di sfrut­tar­lo al meglio. In que­sto perio­do di pau­sa col­go l’oc­ca­sio­ne per por­tar­mi avan­ti. Il tito­lo di stu­dio pen­so che sia una cosa impor­tan­te per il futu­ro, per­ché ti lascia tan­te por­te aper­te. In fin dei con­ti è anco­ra un anno di sacri­fi­cio, ma che sicu­ra­men­te in futu­ro mi por­te­rà dei benefici”.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: