Coppa Svizzera: Troppo Bellinzona per il Gambarogno

Nien­te da fare per il Gam­ba­ro­gno di Tazio Pesche­ra. Nel der­by di Cop­pa Sviz­ze­ra con­tro il Bel­lin­zo­na del nuo­vo tec­ni­co Jaco­bac­ci, i ros­so­ne­ri paga­no le evi­den­ti due cate­go­rie di dif­fe­ren­za ed esco­no scon­fit­ti, ma a testa alta. Non trag­ga in ingan­no il pun­teg­gio: il 0–5 matu­ra­to a Maga­di­no non deve sco­rag­gia­re la trup­pa di Pesche­ra, ben con­sa­pe­vo­le che tene­re testa a un Bel­lin­zo­na così rom­ban­te non è roba da tutti.

Che l’e­ra di Jaco­bac­ci sul­la pan­chi­na gra­na­ta pote­va ini­zia­re con un sor­ri­so lo si è capi­to al 7′, quan­do Sto­ja­nov ha spe­di­to in van­tag­gio il Bel­lin­zo­na, segui­to pochi minu­ti dopo da Cor­te­lez­zi, alla pri­ma rete con la maglia granata.

Il tem­po di meta­bo­liz­za­re il dop­pio svan­tag­gio e il Gam­ba­ro­gno vede allun­gar­si il pas­si­vo: al 15′ è Fac­chi­net­ti, oggi con la fascia da capi­ta­no al brac­cio, a sigla­re lo 0–3 che met­te sui bina­ri giu­sti la par­ti­ta per il Bellinzona.

Pri­ma di anda­re alla pau­sa c’è spa­zio per un’al­tra emo­zio­ne: Cor­te­lez­zi tro­va la dop­piet­ta per­so­na­le e lan­cia la festa degli ospi­ti. Il secon­do tem­po non rega­la le stes­se emo­zio­ni del­la pri­ma fra­zio­ne di gio­co. Il Gam­ba­ro­gno cer­ca di con­te­ne­re il risul­ta­to e ci rie­sco tut­to som­ma­to bene, ecce­zion fat­ta a sei minu­ti dal ter­mi­ne quan­do Gua­ri­no fis­sa il pun­teg­gio del­lo 0–5 defi­ni­ti­vo e stac­ca il bigliet­to per i 16esimi per la for­ma­zio­ne di Jaco­bac­ci, che può cer­ta­men­te dir­si sod­di­sfat­to del­l’e­sor­dio a tre gior­ni di distan­za dal suo annuncio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: