1L: Paradiso, Lanza: “Potevamo e dovevamo fare di più. Giornata no per tutti”

Dopo una serie impressionante di vittorie casalinghe, il Paradiso si è arreso. La sconfitta per 0-3 contro il Winterthur dello scorso weekend mette fine a un filotto altrettanto impressionante di successi per la truppa di Andrea Lanza. Ma dalle parti di Pian Scairolo sapevano che, complice il salto di categoria, questo momento sarebbe arrivato. È il modo in cui è arrivato a far grattare il capo al tecnico dei «leoni luganesi».

«L’analisi della partita – ci spiega Lanza – è molto semplice: giornata no per tutti noi. Al di là della qualità dell’avversario, simile al San Gallo U21, non siamo stati in partita come avremmo dovuto. Ci è mancato quel qualcosa in più, malgrado l’impegno che ci hanno messo i ragazzi e i momenti in cui abbiamo cercato di reagire”.

E ancora: “Non eravamo presenti in campo con la cattiveria giusta per poter pungere in fase offensiva e non concedere in fase difensiva. Sappiamo che potevamo e dovevamo fare meglio, ma archiviamo l’incontro lavorando fin da subito sugli errori commessi per migliorarci ulteriormente. Le sconfitte possono fare bene per costruire il futuro”.

Dopo un inizio da favola, con due vittorie su tre partite, il Paradiso – per dirla alla Lanza – “torna con i piedi per terra, ma questo gruppo è straordinario e insieme riprendiamo a lavorare da oggi. Sappiamo qual’è il nostro livello e se non mettiamo il 100% in campo di testa e qualità, le partite di questo campionato non perdonano”.

La sconfitta, come giusto che sia, non intacca l’umore del Paradiso. “Sono – conclude l’allenatore – davvero fiducioso di questo gruppo, che lavora con grande intensità e qualità durante la settimana. Il tutto va costruito passo dopo passo migliorando ogni giorno di più”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: