“Caro Mendrisio, ti scrivo…” Ma quando mai ne ha vinte quattro di fila

Ti ricor­di? Era­va­mo sot­to una ten­da l’ultima vol­ta che ave­va­mo vin­to quat­tro par­ti­te di fila! C’era gen­te che anda­va e veni­va: sem­bra­va­mo diven­ta­ti i cam­pio­ni del­la Sviz­ze­ra. Non è faci­le riav­vol­ge­re il nastro.

Solo cam­pio­na­to o con­ta anche la cop­pa? Solo cam­pio­na­to. Era il tor­neo di pri­ma lega 2004-05: l’anno dopo Vano­li, quel­lo pri­ma di Minel­li e a pochi mesi dal­la fusio­ne con lo Sta­bio che avven­ne nel 2006. L’allenatore di quel­la squa­dra era Dani­lo Castel­li, clas­se ’61, buon gio­ca­to­re e famo­so anche per aver mar­ca­to un cer­to Zico in occa­sio­ne dell’amichevole orga­niz­za­ta con­tro l’Udinese dal FC Luga­no per festeg­gia­re il 75esimo com­plean­no del club bianconero.

Il filot­to ini­ziò in tra­sfer­ta il 20 novem­bre sul cam­po del Frauen­feld (2–3) e pre­se cor­po al Comu­na­le la set­ti­ma­na suc­ces­si­va gra­zie al 2–1 nel der­by con­tro il Locar­no. Dopo la pau­sa si festeg­giò il suc­ces­so al Val­lo­ne di Bia­sca (2–4) e con­tro il San Gal­lo si mise sul tavo­lo il poker gra­zie al risi­ca­to 1–0 del 19 mar­zo. La bestia nera di que­gli anni è sta­ta l’Herisau e la rego­la fu con­fer­ma­ta dal 2–2 del­la set­ti­ma­na dopo.

Castel­li e suoi ragaz­zi si mise­ro in tasca un quar­to posto da 48 pun­ti alle spal­le di Tug­gen (66), Locar­no (52) e Red Star (51). Miglior dife­sa del cam­pio­na­to (31 reti) e tra­di­zio­ne poi col­ti­va­ta nel cor­so del­le sta­gio­ni fino al ter­re­mo­to uni­ver­sa­le del 2018–19.

Dis­se una vol­ta – non appe­na arri­va­to a Baler­na — Ste­fa­no Coc­chi (uno dei por­tie­ri più for­ti che abbia­no vesti­to la maglia bian­co­ros­so­ne­ra) che il perio­do tra­scor­so a Men­dri­sio con Dani­lo Castel­li fu cer­ta­men­te il miglio­re. Ci andò vici­no anco­ra tre vol­te il Men­dri­sio a quel poker di vit­to­rie con­se­cu­ti­ve. Lo fece nel­la sta­gio­ne 2009-10 bat­ten­do in sequen­za Zofin­gen, Lucer­na e Luga­no pri­ma di pren­de­re 8 goal in due gare da Tug­gen (4–0) e Baden (4–1). Ci ripro­vò nel set­tem­bre 2011 (Tug­gen, Lucer­na, Cham) pri­ma di per­de­re 2–0 in casa con l’Eschen il 15 ottobre.

Poi me le ricor­do qua­si tutte…..All’inizio del­la secon­da fase del cam­pio­na­to 14/15 fu il Bal­zers a vin­ce­re in un pome­rig­gio di piog­gia al Comu­na­le (1–0) dopo che il ritor­no era ini­zia­to vin­cen­do 2–1 a Zuri­go con­tro la 21 del GC, bat­ten­do poi Luga­no e Thalwil.
Da con­si­de­ra­re un poten­zia­le tris (anche se arri­va­to sot­to l’albero di Nata­le per respon­so del­la com­mis­sio­ne disci­pli­na­re) il “gat­tia­no” filot­to con­tro Koso­va, Thal­wil e Baden pri­ma del­lo 0–0 di Gossau.

Infi­ne, pri­ma del­la retro­ces­sio­ne in secon­da lega e del poker otte­nu­to dal­la nuo­va squa­dra di Mat­tia Tami, ci andò vici­nis­si­mo anche Fran­ce­sco Arde­ma­gni che vin­se nell’ordine con­tro Koso­va, Hoengg e Win­ter­thur per poi fini­re nel­la rete del Red Star che pareg­giò al Comu­na­le toglien­do al Men­dri­sio la meri­ta­ta par­te­ci­pa­zio­ne alla fase finale.

Caro Men­dri­sio, augu­ran­do­ci che arri­vi il poke­ris­si­mo, la pros­si­ma set­ti­ma­na a scar­ta­bel­la­re tut­te le sta­ti­sti­che manual­men­te però ci pen­si tu. Fac­cia­mo che vener­dì pros­si­mo io met­to il vino e tu le sta­ti­sti­che – ammes­so che si tro­vi­no – di una sta­gio­ne da 5 vit­to­rie uffi­cia­li di fila.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: