1L: Paradiso, Lanza: “Voglia e motivazione hanno fatto la differenza”

Andrea Lan­za è un alle­na­to­re feli­ce. Il suo Para­di­so è riu­sci­to a supe­ra­re in tra­sfer­ta una squa­dra rogno­sa come il Thal­wil. “La tra­sfer­ta di Thal­wil – ci dice – era mol­to impor­tan­te quan­to dif­fi­ci­le. Vole­va­mo tor­na­re con i pun­ti e sia­mo sta­ti bra­vi ad inter­pre­ta­re al meglio l’incontro. Gio­can­do su un cam­po non in otti­me con­di­zio­ni, la squa­dra si è subi­to adat­ta­ta al ter­re­no, tro­van­do le solu­zio­ni miglio­ri per affron­ta­re la partita”.

“Nel pri­mo tem­po sia­mo sta­ti più pre­sen­ti nel­la loro metà cam­po, sfrut­tan­do le cor­sie late­ra­li. Qual­che nostro erro­re in costru­zio­ne e la buo­na pres­sio­ne avver­sa­ria, ha poi per­mes­so al Thal­wil di ripar­ti­re otti­ma­men­te in un paio di occa­sio­ni ma sia loro che noi non abbia­mo crea­to vere e pro­prie pal­le gol”.

E anco­ra: “Nel­la ripre­sa il Thal­wil ha ini­zia­to meglio e nei pri­mi 10’ era costan­te­men­te nel­la nostra metà cam­po, ma supe­ra­ta otti­ma­men­te que­sta pri­ma par­te, la squa­dra ha ripre­so ter­re­no, andan­do vici­no al gol con Flo­rio che da fuo­ri area ha pre­so asta su un gran tiro, com­pli­ce anche la deci­si­va devo­zio­ne del por­tie­re. Il van­tag­gio è arri­va­to qual­che minu­to dopo con un gran­de com­bi­na­zio­ne sul bre­ve Giun­ti-Iaco­nis-Giun­ti-Bec­chio, dove quest’ultimo ha poi appog­gia­to in por­ta. E 10’ minu­ti dopo, Iaco­nis sal­ta il suo diret­to avver­sa­rio e ser­ve Vago in area, il qua­le con­trol­la per poi cal­cia­re con sicu­rez­za in por­ta per il rad­dop­pio. Negli ulti­mi 5’ più recu­pe­ro non ci sono più sta­te occa­sio­ni importanti”.

“In gene­ra­le, vin­ce­re fuo­ri casa non è mai faci­le soprat­tut­to in un cam­pio­na­to equi­li­bra­to come quest’anno. Ma i gio­ca­to­ri han­no dav­ve­ro dato tut­to, sacri­fi­can­do­si e lot­tan­do per la squa­dra! La moti­va­zio­ne e la voglia di met­te­re un tes­se­lo in più al nostro per­cor­so han­no fat­to la dif­fe­ren­za. Chi è suben­tra­to ha dato l’energia in più neces­sa­ria per por­ta­re a casa l’incontro. Sap­pia­mo che il per­cor­so è anco­ra lun­go e c’è tan­to da lavo­ra­re, ma que­sto è sicu­ra­men­te un pas­so impor­tan­te che ci fa bene.
Dal pros­si­mo alle­na­men­to ini­zie­re­mo a pre­pa­ra­re la par­ti­ta in casa di domenica”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: